Volley: Allianz Milano. Contratto biennale per statunitense Jeaschke

4 minuti di lettura

"Sono felice, città tra le migliori al mondo e squadra forte", le parole del nazionale Usa MILANO (ITALPRESS) – Thomas Jeaschke è un nuovo giocatore dell'Allianz Powervolley Milano. Il martello statunitense ha firmato un contratto biennale con la società del presidente Lucio Fusaro e vestirà la maglia meneghina per le prossime due stagioni. Il numero 17 della nazionale a stelle e strisce, attualmente impegnato nella VNL di Rimini, sarà così al suo quinto anno in Italia, il primo all'ombra della Madonnina. "Volevo rimanere in Italia e la mia preferenza era Milano – racconta dal ritiro Usa nella città romagnola -. Dovevo però aspettare le mosse di Milano, ma alla fine quando è arrivata l'offerta giusta mi sono sentito contentissimo e lo sono tuttora per tante ragioni: Milano come città per un americano è uno dei posti migliori del mondo e inoltre la squadra è anche molto forte. Lo scorso anno l'Allianz è stata vicina alle semifinali scudetto, quindi non posso che essere felice se riuscirò a dare il mio contributo a questo team il prossimo anno". Il martello a stelle a strisce, nei suoi precedenti 4 anni veronesi, non è però riuscito ad esprimersi al meglio, complice la sfortuna e gli infortuni che lo hanno perseguitato: Jaeschke però ha le idee chiare su quello che vuole dimostrare in campo con Milano. "Io voglio scendere in campo sempre al top, sia in allenamento sia in gara. I miei compagni devono sapere che tipo di giocatore posso essere e su chi possono contare. Voglio fare sempre il massimo. Sono in una squadra che ha giocatori di alto livello in ogni parte del campo. Ho incontrato già qui alcuni compagni Patry, Chinenyeze soprattutto: l'impressione è che si creerà un bel rapporto di amicizia ma ora siamo avversari in campo con le nostre nazionali". Sarà proprio la maglia USA il viatico migliore per Jeaschke per poi presentarsi al top della condizione a Milano per l'inizio della nuova avventura: prima la VNL e poi le Olimpiadi di Tokyo. "Stiamo lavorando al massimo per arrivare al meglio alle Olimpiadi. Ho un tatuaggio sul braccio che mi ricorda il bronzo di Rio De Janeiro, ma ora sono concentrato su questo obiettivo perché voglio tornare a giocare un'altra Olimpiade". Dai Giochi Olimpici alla Superlega il passo è breve. "L'Italia è il miglior campionato del mondo: Citivanova, Modena e Perugia sono tre squadre incredibili che si sono rafforzate ed hanno speso tanto, anche Trento sarà di alto livello. Lo scorso anno ogni partita era complicata, bisognava arrivare al meglio a ogni match perché nessuno ti regalava niente. Il prossimo anno sarà ancora più difficile. I tifosi? Spero di trovare i tifosi al palazzetto, non vedo l'ora di giocare con il pubblico". (ITALPRESS). ari/com 08-Giu-21 11:56

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Microsoft lancia percorso digitale per benessere al lavoro

Articolo successivo

Ue, 17,5 miliardi per la neutralità climatica

0  0,00