Cingolani “Nucleare escluso con due referendum, non si torna indietro”

1 minuto di lettura

ROMA (ITALPRESS) – "Il nucleare è qualcosa che noi come cittadini italiani abbiamo escluso con due referendum. Non si torna indietro e non ci piove". Lo ha detto Roberto Cingolani, ministro della Transizione ecologica, a 24Mattino su Radio 24. "Due mesi fa – ha evidenziato – ho fatto notare che mentre noi ci sforzavamo di fare una vera e propria trasformazione epocale con le rinnovabili, qualche paese vicino, la Francia, sta cercando di far passare i micro-reattori nucleari di quarta generazione come sorgenti verdi. Sarebbe un cambio delle regole in corso di partita". "Mi fa piacere – ha aggiunto – leggere che oggi il governo tedesco ha rilasciato comunicati in cui segnala questa anomalia". Secondo Cingolani "in questo momento ci sono grosse operazioni a livello internazionale in cui si cerca di trovare altre strade e di farle passare per verdi. Sono uno scienziato, non un politico, e dico che queste cose vanno viste senza ideologia, vediamo i numeri". Queste tecnologie, per il ministro, "allo stato attuale non sono all'ordine del giorno. Trovo sorprendente che in pieno Pnrr – ha aggiunto – se ne parli come cambio di regola in corso di partita. Per il resto, come tutti, attendo di vedere di cosa si tratta". (ITALPRESS). ym/fsc/red 14-Giu-21 11:45

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Palermo, donna cade in un pozzo. Salvata dai vigili del fuoco

Articolo successivo

Un italiano su due vuole andare in vacanza, effetto Covid limitato

0  0,00