Tennis: Djokovic ribadisce leadership Atp, best ranking per Musetti

3 minuti di lettura

L'azzurrino sale al numero 61, Berrettini sempre in nona piazza ROMA (ITALPRESS) – Il Roland Garros, secondo Slam stagionale appena concluso a Parigi, fa registrare due variazioni nella top ten del ranking mondiale Atp, sempre guidata da Novak Djokovic. Ribadita la leadership con il secondo trofeo nel Major di Francia (19esimo titolo Slam in totale), dopo aver strappato a Roger Federer il record all-time, il 34enne serbo porta a 325 le sue settimane complessive sul trono. 'Nole', diventato per la prima volta numero 1 del mondo il 4 luglio 2011 è al suo quinto periodo in cima al ranking. Alle sue spalle sempre il russo Daniil Medvedev (salgono ora a 1.970 i punti di distacco da Djokovic), che precede Rafael Nadal (ora staccato di 1.513 punti), che allunga la striscia record a 821 settimane consecutive in top ten. Quindi al quarto posto sale il greco Stefanos Tsitsipas che, grazie alla finale al Roland Garros (primo rappresentante del suo Paese all'ultimo atto di uno Slam), scavalca l'austriaco Dominic Thiem. Posizioni invariate, invece, per il tedesco Alexander Zverev, sesto, il russo Andrey Rublev, settimo, l'elvetico Roger Federer, ottavo, e Matteo Berrettini (entrato in top ten nel novembre 2019), nono. A chiudere l'élite mondiale l'altra novità della settimana: il ritorno tra i primi dieci dello spagnolo Roberto Bautista Agut, che scavalca l'argentino Diego Schwartzman, che scivola in undicesima posizione. In chiave azzurra, fa quattro passi indietro Jannik Sinner, ora al numero 23, mentre guadagna due posizioni Lorenzo Sonego che sale al 26° posto firmando un altro best ranking; stabile invece Fabio Fognini (29°). Primato in classifica – l'ennesimo di questo 2021 – anche per Lorenzo Musetti (con i suoi 19 anni e tre mesi il più giovane giocatore nella Top 100), che grazie agli ottavi al Roland Garros, i primi in uno Slam, fa un salto di 15 posizioni e si va ad accomodare sulla poltrona numero 61. Cinque posti in più anche per Gianluca Mager, che risale al numero 82, mentre scivolano indietro di tre posizioni Marco Cecchinato (85°) e di dieci Stefano Travaglia (88°). Fa sette passi avanti Andreas Seppi, che risale al numero 91, mentre ne fa quindi inietro Salvatore Caruso (97°), decimo azzurro tra i primi 100. (ITALPRESS). mc/com 14-Giu-21 12:20

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Un italiano su due vuole andare in vacanza, effetto Covid limitato

Articolo successivo

Calcio: Si apre spiraglio sul rinnovo di Sergio Ramos col Real

0  0,00