Gallinari trascina Atlanta nella finale della Eastern Conference

3 minuti di lettura

Gli Hawks battono 103-96 i Sixers, Phoenix parte bene in finale Ovest NEW YORK (STATI UNITI) (ITALPRESS) – Un grande Danilo Gallinari trascina gli Hawks nella finale della Eastern Conference. Atlanta vince la decisiva gara-7 al Wells Fargo Center di Philadelphia battendo 103-96 i favoriti Sixers e preparandosi ora alla serie contro i Milwaukee Bucks che comincerà nella notte italiana tra mercoledì e giovedì. In una partita combattuta, giocata a lungo punto a punto (48-46 per Atlanta all'intervallo lungo), il primo strappo degli Hawks arriva nel finale del terzo quarto, ma viene subito ricucito da un Embiid come sempre protagonista con 31 punti, 11 rimbalzi e 3 assist. Negli ultimi minuti la sfida si accende e sale la tensione: Philadelphia spreca con Matisse Thybulle la tripla del +7, Atlanta risponde subito con lo sprint firmato da Gallinari e da un Kevin Huerter da 27 punti e 7 rimbalzi. Nel finale si gioca punto a punto, con Trae Young (21 punti, 10 assist ma 5/23 dal campo) che infila una tripla clamorosa e poi con Huerter che trova il fallo di Thybulle e segna tre liberi fondamentali per il +4 a 50 secondi dalla fine. La giocata decisiva, però, è quella di Gallinari, che ruba palla ad Embiid e vola a schiacciare in solitaria, chiudendo di fatto i giochi. Dopo aver segnato solo 7 punti in tutto nelle due gare-7 disputate in carriera, peraltro entrambe perse, l'azzurro chiude così una fantastica prestazione con 17 punti, 5 rimbalzi, 2 assist e soprattutto il fondamentale recupero a 44 secondi dalla fine. Nella notte italiana è cominciata intanto la finale della Western Conference tra Suns e Clippers. Serata indimenticabile per Devin Booker, decisivo nel successo di Phoenix per 120-114 con una tripla doppia da 40 punti, 13 rimbalzi ed 11 assist. Vittoria pesante per i Suns, arrivata prealtro nel finale dopo un grande equilibrio, anche perché ottenuta senza Chris Paul, ancora bloccato dal protocollo anti Covid-19. Per Phoenix da segnalare anche un Deandre Ayton da 20 punti e 9 rimbalzi e un positivo, soprattutto nell'ultimo quarto, Mikal Bridges con 14 punti. Ai Clippers non sono bastati i 24 puti di Reggie Jackson e soprattutto una super prestazione di Paul George con 34 punti a referto. (ITALPRESS). pal/red 21-Giu-21 08:37

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Vivere senza APP, è solo un problema… APParente?

Articolo successivo

Copa America: il Perù sorprende una distratta Colombia

0  0,00