Vezzali_”Sport a scuola non trattato come altre attività”

1 minuto di lettura

La sottosegretaria "Bisogna inserire insegnante motoria alla primaria" ROMA (ITALPRESS) – "Lo sport è una scuola di vita, ci sono valori che partono dallo sport e vengono trasmessi ai giovani". Valentina Vezzali, sottosegretaria allo sport, ne ha parlato durante un evento al Coni per festeggiare il secondo compleanno dell'assegnazione dei Giochi di Milano-Cortina 2026, circostanza nella quale è stato firmato un protocollo tra la Fondazione Milano-Cortina e il Ministero dell'Istruzione. "Lo sport in Italia non è trattato come attività didattica alle pari delle altre attività curriculari – ha detto Vezzali – Nella legge 107 della Buona Scuola si prevede che gli insegnanti debbano adeguare il piano degli studenti agonistici, però molto spesso questo non avviene. Penso al tennista Lorenzo Musetti, che per fare la maturità non ha potuto disputare un torneo importante". "Su questo aspetto c'è sintonia con il ministro Bianchi – la conclusione della sottosegretaria – Vogliamo inserire l'insegnante di educazione motoria nella scuola primaria. Oggi ci prendiamo questo impegno, perché sport e scuola devono poter camminare insieme. Il Recovery Plan rappresenta un'occasione unica: 1 miliardo di cui 700 milioni per sport e coesione sociale e 300 milioni per l'impiantistica scolastica". (ITALPRESS). spf/pal/red 24-Giu-21 14:10

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Sala: “Salvini candidato sindaco a Milano? Sarebbe un grande confronto”

Articolo successivo

Il futuro degli enti previdenziali

0  0,00