Calcio: Real Madrid. Marcelo “Orgoglioso di essere nuovo capitano”

2 minuti di lettura

Il terzino brasiliano "Sono sicuro che quest'anno vinceremo qualcosa" MADRID (SPAGNA) (ITALPRESS) – Una bandiera. Questo ciò che rappresenta Marcelo per il Real Madrid. Il terzino sinistro brasiliano, infatti, si appresta ad iniziare la sedicesima stagione con la 'camiseta blanca'. Un percorso pieno di successi e adesso anche di responsabilità, visto che da quest'anno, Marcelo, indosserà la fascia di capitano, dopo l'addio di Sergio Ramos: "E' un grande orgoglio e una grande responsabilità essere il capitano del miglior club del mondo – ha detto Marcelo in un'intervista riportata da Mundo Deportivo -. Mi sento fortunato". Per il 'blanco' l'obbligo è quello di tornare al successo più in fretta possibile: E' molto difficile passare una stagione senza vincere un titolo, ma siamo arrivati alla fine della stagione combattendo. Sono sicuro che vinceremo qualcosa quest'anno. Siamo molto contenti, ci sono ancora giocatori che sono con le Nazionali o in vacanza, ma siamo molto motivati ad iniziare la stagione. Ancelotti ci tante cose nel corso delle sedute e parla molto. La verità è che è un piacere allenarsi di nuovo con lui e il suo staff tecnico". "Ogni stagione che arriva sono più eccitato – ha concluso Marcelo -. Sono qui da tanto tempo, ma non è mai cambiato nulla a livello di entusiasmo da parte mia. Non vedo davvero l'ora di iniziare la stagione. Ogni stagione imparo molto, c'è sempre qualcosa di nuovo. Ho sempre cercato di portare un po' della mia esperienza per aiutare i giovani. Credo che come capitano io sia il portavoce della squadra e cercherò di aiutare il più possibile tutti, come ho sempre fatto", ha chiosato il terzino. (ITALPRESS). mra/mc/red 10-Lug-21 16:27

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

G20, Gentiloni “Accordo storico sulla tassazione globale”

Articolo successivo

Innocenti “Italrugby in difficoltà, bisogna risalire”

0  0,00