“Solidarietà, diritti, integrazione”, ecco il nuovo mag-book del Movimento Culturale ReWriters

5 minuti di lettura
Solidarietà Diritti Integrazione” è il titolo del nuovo mag-book del Movimento Culturale ReWriters: la rivoluzione valoriale che riscrive il futuro attraverso gli strumenti di un nuovo umanesimo. Solidarietà, diritti, integrazione, ma anche nuovo umanesimo e coraggio di disegnare un futuro luminoso attraverso il coraggio di capovolgere le logiche del pensiero e del linguaggio.
Su questi pilastri si muove il Magbook (metà magazine e metà book) di luglio a firma ReWriters che ha messo insieme sotto il tema della Solidarietà, dei Diritti e dell’integrazione Susanna Camusso, Don Pasta, Padre Alex Zanotelli, Mario Portanova, Fridays For Future, Nicoletta Dentico, e tanti altri: quindici protagonisti, donne e uomini, dell’associazionismo, dei movimenti, dei sindacati, del giornalismo, della ricerca e della cultura, di generazioni diverse. Tutte e tutti accomunati dall’aver vissuto, sfiorato, attraversato o riflettuto sul Contro-G8 di Genova 2001 di cui ricorre nel luglio 2021 il ventennale. Come ci spiega Eugenia Romanelli, fondatrice di ReWriters “Questo Mag-Book è un inno alla memoria come sfida al futuro, con nomi storici dell’associazionismo, della cooperazione e dell’attivismo ma anche nuovi giovanissimi, come i Fridays For Future, uniti, ognuno col suo punto di vista, per riscrivere le regole di convivenza del nuovo mondo, a partire dalla giustizia intergenerazionale. Questa formula ambigua, metà libro e metà rivista, metà pubblicazione e metà opera d’arte, grazie alle copertine di artisti internazionali donate a ReWriters, è un esempio di come sia possibile dialogare con autorevolezza all’interno della società civile per smontarne gli stereotipi disfunzionali e costruire dal basso nuove visioni, in nome di pluralismo, innovazione, inclusione, sostenibilità, cooperazione”. Curatrice del volume Monica Di Sisto che il G8 l’ha vissuto sulla sua pelle: “A vent’anni dal G8 di Genova era importante riscrivere una delle parole centrali di quei giorni, bruciante anche oggi ‘solidarietà’. In tutti questi anni l’abbiamo praticata in tante e tanti, non solo nelle associazioni e nell’assistenza, ma nell’economia, nella cultura, nel cibo, nel giornalismo e nell’accademia. È importante, in questa fase post-Covid, valorizzare tutte le conoscenze, le pratiche e le proposte politiche che ci sono indispensabili per uscire dalla crisi meglio di come ci siamo entrati”.
La copertina del volume è un omaggio esclusivo di Ivan Tresoldi, in arte ivan: artista di strada e poeta affermato in tutto il mondo.

Scorrendo quindi l’indice del volume, abbiamo
Paolo Carsetti del Forum italiano dei Movimenti per l’acqua, appunto per parlare di Acqua; Cinzia Scaffidi, giornalista e lecturer (Università di Pollenzo), che scrive di cibo; Daniele De Michele, meglio noto come don Pasta, che, in qualità assieme di economista, regista e artista, parlerà di Cultura; mentre è affidato a Marco Bersani, Attac Italia, la grande questione del Debito; e all’economista Riccardo Troisi (Comune-Info) il tema dell’Economia Solidale; altro tema caldo quello del Futuro di cui si occupa Emanuele Genovese (Fridays For Future); un volume di questo tipo non poteva non parlare anche di Globalizzazione, tema affidato ad Alberto Zoratti (Faiwatch); di Informazione parlerà Mario Portanova, giornalista e scrittore, di FqMillennium. E poi c’è il lavoro di cui scrive Susanna Camusso della Cgil; il grande tema dei migranti affidato a Francesca Oggiano, giornalista e fotografa, e delle ONG affrontato da Silvia Stilli, portavoce dell’Associazione Ong italiane. Si parla di Cultura ma anche di ricerca con Michele Sorice, ordinario di Scienze Politiche Università Luiss. Immancabilmente si approfondisce, in chiave ovviamente sociopolitica, il vasto tema della Salute globale con Nicoletta Dentico, giornalista, Society for international Devolpment. Di terra scrive, invece, Antonio Onorati, Centro internazionale Crocevia. E di zingari Niccolò Rinaldi, funzionario Unione Europea.
Last but not least, la postfazione prende la forma di una Lettera ai Grandi della terra a cura di padre Alex Zanotelli.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Djokovic in finale contro Berrettini a Wimbledon

Articolo successivo

Tg Europa – 10/7/2021

0  0,00