Renault Trucks ed Enel X insieme per diffusione mobilita’ elettrica

4 minuti di lettura

ROMA (ITALPRESS) – Permettere il passaggio alla mobilita' elettrica anche ai mezzi pesanti del parco circolante italiano: Renault Trucks e' pronta ad offrire non solo una gamma completa di veicoli elettrici dalle 3,5 alle 27 tonnellate, ma intende accompagnare i propri Clienti nel percorso di transizione verso una mobilita' sostenibile a zero emissioni, con un'assistenza a 360°. Questo sara' possibile grazie alla partnership siglata con Enel X, la business line globale di Enel che offre servizi per accelerare l'innovazione e guidare la transizione energetica, per lo sviluppo di una serie di soluzioni dedicate alla mobilita' elettrica: dalle infrastrutture per la ricarica dei veicoli, alla piattaforma web di supporto per gestire e monitorare i punti di ricarica installati all'interno dei parcheggi aziendali, dai programmi di gestione delle flotte aziendali di veicoli elettrici alla formazione di personale qualificato, fino a JuicePass, l'App che permette di gestire tutte le ricariche dei veicoli elettrici ovunque ti trovi. In citta', in strade urbane, extraurbane e in numerosi punti strategici (supermercati, parcheggi e centri commerciali), grazie alle infrastrutture di ricarica distribuite su tutto il territorio italiano ed europeo. "La collaborazione con Renault Trucks e' un passo importante che dimostra come con l'elettrico si possano coprire tutti i bisogni di mobilita', sia in ambito urbano che extraurbano", ha dichiarato Augusto Raggi, Responsabile Enel X Italia "Da oggi i mezzi di Renault Trucks potranno contare sulle nostre soluzioni di ricarica che contribuiscono al processo di elettrificazione dell'intero comparto. L'obiettivo di Enel X e' permettere a tutti di guidare un veicolo elettrico in maniera comoda e sicura grazie a una rete di infrastrutture che soddisfi ogni esigenza. Per farlo continuiamo a installare punti di ricarica lungo tutto lo stivale e sviluppiamo le migliori tecnologie per la ricarica domestica, un impegno costante per una rapida diffusione della mobilita' elettrica in tutto il Paese", aggiunge. "E' un momento storico quello che viviamo", ha spiegato Pierre Sirolli, Amministratore Delegato di Renault Trucks Italia. "Stiamo assistendo alla transizione dai motori Diesel e benzina alla mobilita' elettrica. Noi di Renault Trucks da anni sperimentiamo soluzioni innovative ed abbiamo investito tanto in questo settore", prosegue. "Oggi possiamo dire con orgoglio di essere pronti per una mobilita' a zero emissioni offendo una serie di veicoli, dai commerciali leggeri, come il Renault Trucks Master elettrico, ai truck medio pesanti come i D & D Wide elettrici, da 16 e 27 tonnellate. Offriamo veicoli gia' allestiti per le missioni di pulizia urbana, veicoli da distribuzione e veicoli per la cantieristica urbana – spiega Sirolli -. L'accordo di oggi con Enel X prevede uno sviluppo congiunto delle infrastrutture per agevolare la clientela. La transizione verso la mobilita' elettrica, infatti, e' alquanto complessa e non basta produrre veicoli. E' necessario accompagnare il Cliente anche a livello di consulenza per la formazione del personale e per la scelta delle strutture di ricarica piu' idonee, nonche' della gestione delle stesse". Ai clienti che sceglieranno di acquistare di veicoli commerciali leggeri e pesanti elettrici, Renault Truck proporra' soluzioni integrate con le tecnologie di ricarica di Enel X: Juice Pack Basic, Juice Pack Medium, Juice Pack Pro, Juice Pack Premium. In base al pack prescelto si puo' aver accesso a servizi come l'utilizzo della piattaforma JuiceNet Manager per il monitoraggio delle infrastrutture di ricarica in ambito privato oltreall'acquisto edl'installazione e manutenzione di diverse tipologie di prodotti in base all'esigenza: la JuiceBox, infrastruttura di ricarica domestica, la JuicePole da 22+22 kW e la JuicePump con una potenza fino a 50 kW. (ITALPRESS). sat/com 12-Lug-21 11:24

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Oltre 18 milioni di spettatori per finale Italia-Inghilterra su Rai1

Articolo successivo

Ansia e Covid, il 56% degli italiani pensa allo psicologo

0  0,00