Euro2020: Razzismo, Johnson pronto a multare piattaforme social

1 minuto di lettura

"E niente stadio per chi è colpevole di insulti razzisti on-line" LONDRA (INGHILTERRA) (ITALPRESS) – Il governo di Londra si muove per combattere gli insulti razzisti on-line. Dopo quanto accaduto a Rashford, Sancho e Saka, bersagliati sui social per i rigori falliti nella finale contro l'Italia a Euro2020, il premier Boris Johnson ha annunciato di aver incontrato i rappresentanti di Facebook, Twitter, TikTok, Snapchat e Instagram, minacciando multe in caso di mancata collaborazione: "Se non elimineranno odio e razzismo dalle loro piattaforme, e sappiamo tutti che hanno la tecnologia per farlo, dovranno fronteggiare multe fino al 10% dei loro fatturati globali. Servono atti pratici", ha aggiunto Johnson, proponendo che "coloro che saranno colpevoli di insulti razzisti on-line non potranno recarsi allo stadio. Niente se, niente ma, niente eccezioni, niente scuse". (ITALPRESS). glb/red 14-Lug-21 14:52

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

“Draghi, il ritorno del Cavaliere bianco”, il nuovo libro di Napoletano

Articolo successivo

Kia Ceed si rinnova nel design e diventa piu’ tecnologica

0  0,00