Tokyo2020, Jacobs “La bandiera è la mia pelle”

1 minuto di lettura

"Ogni podio è gloria per un Paese, colore atleta non ha importanza" ROMA (ITALPRESS) – Fra le speranze azzurre in vista dei Giochi di Tokyo2020 c'è il velocista Marcell Jacobs, texano di nascita, 26enne, innamorato del tricolore. "La bandiera è la mia seconda pelle", ha detto l primatista nazionale dei 100 metri piani, dalle colonne de "Il Giornale". "Quando un atleta sale sul podio porta gloria alla bandiera del suo Paese, il colore della pelle non ha alcuna importanza. Lo sport è inclusione": questo il messaggio dell'azzurro, in pieno stile olimpico e con spirito decubertiano. "Mentalmente, per come sono andate le ultime gare, sto molto bene. Fisicamente anche. La mia forza? I miei tre figli, Jeremy, Antony e Megan", ha aggiunto lo sprinter Jacobs. (ITALPRESS). pdm/red 20-Lug-21 10:13

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Idrogeno, un progetto italiano per l’industria del vetro

Articolo successivo

Il cloud occasione di crescita per le imprese italiane

0  0,00