Calcio: Bologna. Mihajlovic “Arnautovic top, siamo ai titoli di coda”

3 minuti di lettura

Il tecnico rossoblù "Con i nostri tifosi allo stadio faremo meglio" PINZOLO (ITALPRESS) – "Siamo a buon punto, non abbiamo infortuni gravi e i ragazzi hanno assimilato le cose nuove che stiamo facendo. Sono tutti concentrati". Questo il bilancio di Sinisa Mihajlovic, tecnico del Bologna, a un giorno dal termine del ritiro di Pinzolo, dove i rossoblù sono stati per dieci giorni. "Stiamo lavorando sui difetti dell'anno scorso, soprattutto in fase offensiva", ha aggiunto l'allenatore serbo. Un organico giovane ma anche con alcuni tasselli di esperienza che guidano il gruppo: "Dobbiamo cercare di restare costantemente nella parte sinistra della classifica, ancora meglio nei primi sette posti – ha detto Mihajlovic -. Stiamo sistemando la rosa, siamo una squadra che ha concetti precisi, carattere e personalità. I ragazzi mi conoscono da quattro anni, questo può essere un vantaggio per noi". Tra i possibili nuovi arrivi potrebbe esserci l'attaccante austriaco Marko Arnautovic: "Siamo sempre stati convinti di lui e lui è convinto di venire – ha detto l'allenatore dei felsinei -. Non c'è alcun tipo di dubbio. La società sta cercando di fare il possibile per prenderlo subito. Siamo ai titoli di coda". "E' un giocatore che gioca per la squadra, tecnicamente e fisicamente è forte. Da solo tiene in ansia tutta la linea difensiva. Oltre ad Arnautovic, per completare il mercato mancano un difensore centrale e un centrocampista", ha aggiunto Mihajlovic che poi si è soffermato su uno dei suoi pupilli, uno di quelli che cerca di stimolare continuamente. "Orsolini ha grande qualità ma deve migliorare ancora – ha detto Mihajlovic -. E' cresciuto e sta diventando un uomo, tutto dipende da lui. Deve cercare di essere più concentrato per dare il massimo". Sulla possibilità che torni il pubblico sugli spalti, Mihajlovic ha spiegato: "A noi i tifosi servono, l'anno scorso non è stato calcio. Altre squadre hanno beneficiato dell'assenza del pubblico, ma per noi è determinante averlo. E' triste giocare negli stadi vuoti. A noi questa chiusura ci ha tolto il 20-30% di quello che potevamo fare. Con il loro aiuto sono convinto che faremo meglio", ha concluso il tecnico serbo. (ITALPRESS). mra/ari/red 23-Lug-21 17:49

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Tg Sport – 23/7/2021

Articolo successivo

Mattarella firma Dl Sostegni “Ma troppi commi aggiuntivi estranei”

0  0,00