Tokyo2020: Volley. Blengini “Sentiamo una bella responsabilità”

3 minuti di lettura

Il ct dell'Italia "Vedo i ragazzi vogliosi di iniziare" TOKYO (GIAPPONE) (ITALPRESS) – Domani a Tokyo ci sarà l'esordio dei ragazzi dell'Italvolley, vicecampioni olimpici, contro il Canada. Giornata di vigilia, quindi, per gli azzurri di Chicco Blengini: alle 9 locali (le 2 in Italia) faranno il loro debutto olimpico contro il team di Glenn Hoag. Quattro i precedenti tra le due Nazionali ai Giochi Olimpici (2 a Los Angeles 1984, uno a Barcellona 1992 e l'ultimo nel 2016 a Rio) con un bilancio di tre successi e una sconfitta per gli azzurri (quella di Rio). In stagione c'è un precedente tra le due formazioni, che è quello datato 5 giugno, giorno in cui la giovane formazione guidata da Antonio Valentini si è imposta 3-2 nella bolla di Volleyball Nations League di Rimini. Numeri e casistica, però, arrivati a questo punto non contano. A decretare il verdetto finale, come sempre, sarà il campo e sui i vicecampioni olimpici ci sono delle aspettative. "Quella che sentiamo è una bella responsabilità, non tanto per l'eredità che ci portiamo dietro da Rio quanto per la bellezza stessa di poter rappresentare la pallavolo maschile e l'Italia assieme agli atleti azzurri", dichiara Gianlorenzo Blengini. Il ct azzurro prosegue poi parlando della preparazione della sua squadra: "A parte qualche piccolo episodio che ha reso intermittente la preparazione di qualcuno dei ragazzi, nel complesso posso dire che il percorso che ci ha portato qui è stato quello che avevamo disegnato e preparato anche in base ai feedback che i giocatori ci hanno restituito giorno per giorno. In sostanza il progetto e il programma sono stati rispettati, anche grazie ai ragazzi che si sono immersi nella situazione con il massimo impegno". Ancora Blengini sui suoi ragazzi: "Li vedo vogliosi di iniziare e di confrontarsi con un torneo difficile ed equilibrato, consapevoli delle insidie e delle difficoltà che nasconde, ma anche delle loro qualità. Il gruppo è unito, lo zoccolo duro ha accolto benissimo i più giovani; sono riusciti a costruire un legame che va al di là degli aspetti tecnici e questo naturalmente mi rende soddisfatto". "Gli addetti ai lavori non ci indicano come una delle formazioni favorite, ma anche quando in passato succedeva questo non è mai stato per noi un fattore determinante. I ragazzi sono concentrati su loro stessi, sulla continuità di gioco e sulla volontà di migliorare. Tutti hanno le idee chiare su cosa fare", conclude il ct dell'Italvolley. (ITALPRESS). pdm/com 23-Lug-21 10:46

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calciomercato: Mancity. Kane via da Londra per 185 milioni di euro

Articolo successivo

Inferno Ama a via Merulana: Roma continua a bruciare – Video

0  0,00