Superbike: Gp Olanda. Rea da record, vince gara 1 e fa 13 ad Assen

4 minuti di lettura

Il nordirlandese è il primo pilota a vincere 13 volte nello stesso circuito ASSEN (OLANDA) (ITALPRESS) – Jonathan Rea si regala una grande giornata ad Assen. Il nordirlandese (Kawasaki Racing Team) vince Gara 1 (interrotta a due giri dalla fine dalle bandiere rosse) del Gran Premio d'Olanda e diventa il primo pilota nella storia del WorldSBK a festeggiare per 13 volte su uno stesso circuito. La gara si è conclusa a due giri dalla fine con l'esposizione delle bandiere rosse dopo la caduta che ha coinvolto Jonas Folger (Bonovo MGM Action) tra le curve 6 e 7; il tedesco stava andando a caccia del suo miglior risultato nel WorldSBK. Folger è rimasto cosciente ed è stato trasportato al Centro Medico per accertamenti. In seguito è stato trasferito all'ospedale di Assen per ulteriori controlli ed è stato dichiarato non idoneo per il resto del weekend olandese. Il poleman Rea poco dopo il via viene superato da Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK). Il turco poi finisce largo alla curva 4 permettendo così a Rea di rimettersi davanti a tutti. Del gruppo di testa fa parte anche Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati): il riminese però cade alla curva 8 nel corso del terzo giro. Alla stessa curva il giro precedente era caduto anche Alvaro Bautista (Team HRC). Scott Redding (Aruba.it Racing – Ducati) ricuce su Razgatlioglu e Rea: il campione del mondo supera il turco al quinto giro. Tre giri dopo Redding passa Razgatlioglu nello stesso punto; il turco scivola in terza posizione. I primi tre sono vicinissimi: Redding commette un errore che permette a Razgatlioglu di portarsi in seconda posizione e al tempo stesso Rea riesce ad allungare fino ad avere due secondi di vantaggio sugli inseguitori; Redding arriva secondo e si mette alle spalle Razgatlioglu dopo averlo passato al 16° giro. Il beniamino di casa Michael van der Mark (BMW Motorrad WorldSBK Team) parte nono e chiude in quarta posizione approfittando delle cadute di Rinaldi, Bautista e Alex Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK), finito a terra alla curva 5 nel corso del terzo giro. Andrea Locatelli (Pata Yamaha with BRIXX WorldSBK) eguaglia il suo miglior risultato nel WorldSBK grazie al quinto posto di oggi. Garrett Gerloff (GRT Yamaha WorldSBK Team) è autore di una stupenda rimonta che lo porta dalla 21^ casella al sesto posto finale. Tom Sykes (BMW Motorrad WorldSBK Team), vittima di un problema tecnico in Superpole, arriva alle spalle dello statunitense precedendo Leon Haslam (Team HRC), Chaz Davies (Team GoEleven) e Axel Bassani (Motocorsa Racing). (ITALPRESS) – (SEGUE). Isaac Viñales (Orelac Racing VerdNatura) conquista il suo miglior risultato nel WorldSBK; Leandro Mercado (MIE Racing Honda Team) e il suo team tornano in zona punti dopo aver saltato alcuni round per concentrarsi sui miglioramenti alla moto. Prima volta in zona punti nel WorldSBK per Loris Cresson (OUTDO TPR Team Pedercini Racing) che con il 13° posto finale precede Andrea Mantovani (Vince64) il cui doppio Long Lap Penalty viene tramutato in un ride through per non aver scontato la penalità che gli era stata comminata. Tito Rabat (Barni Racing Team) non è arrivato alla bandiera a scacchi; Kohta Nozane (GRT Yamaha WorldSBK Team) è caduto all'ultima chicane. A terra anche Lucas Mahias (Kawasaki Puccetti Racing), alla curva 15; il giapponese e il francese sono caduti nel corso del 13° giro. (ITALPRESS). ari/com 24-Lug-21 17:27

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Ciclismo, Caruso “Esperienza comunque positiva”

Articolo successivo

Cito “Medaglia che ci gratifica”

0  0,00