Miglioramenti ambientali, bando regione Basilicata per agricoltori

2 minuti di lettura

POTENZA (ITALPRESS) – Contributi agli agricoltori che attraverso la realizzazione di specifiche azioni si impegnano a migliorare l'ambiente favorendo la ricostituzione del patrimonio faunistico: è quanto prevede un bando approvato dalla Giunta regionale su proposta dell'assessore all'Ambiente Gianni Rosa, condivisa dall'assessore alle Politiche agricole e forestali Francesco Fanelli. L'iniziativa rientra nell'ambito del "Progetto integrato di miglioramenti ambientali per la tutela e la ripresa spontanea delle popolazioni faunistiche con interventi di ricostituzione del patrimonio faunistico ottimale", finanziato con 550 mila euro rivenienti dalle compensazioni ambientali previste nell'ambito dell'accordo Regione – Total, Shell, Mitshui. Sono cinque gli specifici interventi per i quali è possibile chiedere, nel biennio 2021/2022, i contributi regionali: 1_realizzazione di "colture a perdere", realizzate specificatamente per la fauna selvatica; 2_realizzazione di siepe campestre sul margine del bosco o lungo il confine di un campo; 3_realizzazione di strisce di set-aside faunistico (ritiro dalla produzione agricola di un determinato appezzamento di terreno che viene lasciato a riposo per un periodo più o meno lungo); 4_rinuncia alla bruciatura delle stoppie; 5_realizzazione di impianto di piccoli nuclei boscati. Una sesta misura, che sarà gestita direttamente dalla Regione, riguarderà invece il ripopolamento faunistico delle popolazioni selvatiche di piccola selvaggina nobile, lepre e fagiano."Attraverso queste iniziative – afferma l'assessore Rosa – che sollecitano tra l'altro il ritorno a pratiche tradizionali virtuose legate alla cura della terra e degli ecosistemi, chiediamo agli agricoltori di essere protagonisti di una nuova stagione di iniziative che possono realmente migliorare l'ambiente e contribuire a creare le condizioni per il ripopolamento di alcune specie faunistiche in via di estinzione. Lo facciamo con le risorse delle compensazioni ambientali, cioè con i fondi stanziati dalle compagnie petrolifere che saranno utilizzati per questa ed altre iniziative volte a mitigare l'impatto delle attività industriali ed a tutelare meglio la natura. Fra queste rientra appunto anche la tutela dell'ecosistema agricolo, che assume una valenza strategica nelle politiche ambientali del governo regionale, volte a conciliare la tutela e l'incremento della biodiversità con le esigenze produttive ed economiche degli agricoltori". (ITALPRESS). pc/red 27-Lug-21 22:21

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Milano, Bernardo “per i commercianti non è stato fatto abbastanza”

Articolo successivo

Gravina “Consensi unanimi al progetto di riforma”

0  0,00