Tokyo2020: Pallanuoto. Settebello batte 12-11 Stati Uniti

3 minuti di lettura

Grande rimonta per gli azzurri che vincono e si portano in testa al girone A TOKYO (GIAPPONE) (ITALPRESS) – Altra grande rimonta per il Settebello al torneo olimpico di Tokyo. Dopo aver agguantato in extremis il pareggio contro la Grecia, gli azzurri della pallanuoto battono 12-11 gli Stati Uniti e si portano in testa alla classifica del girone A con 5 punti in tre partite. Gli States strappano subito con due extra player e due rigori portandosi avanti 4-0. Al primo minuto del secondo periodo l'allarme sembra essere rientrato: azzurri a -1 con la ripartenza vincente di Presciutti, dopo i gol rabbiosi di Luongo e Di Fulvio nel finire di parziale. Ma c'è da lottare ancora perché i campioni del mondo sono sott'acqua di nuovo (7-4 Usa a 35" da giocare del secondo tempo e 8-5 in apertura di terzo periodo), Come era successo con la Grecia (6-2 sotto alla fine del terzo tempo), gli azzurri rialzano però la testa e raggiungono il pari, 9-9, con capitan Figlioli al minuto 24'49". Gli americani tornano ancora sul +2, complice anche un rigore fallito dal Settebello, che però ritrova nuovamente il pari grazie a Luongo con l'uomo in più e Di Fulvio su rigore guadagnato da Aicardi. Negli ultimi due minuti Nicholas Presciutti segna il gol vittoria, unico vantaggio del Settebello in tutta la sfida. Sabato alle 11.20 gli azzurri sfideranno il Giappone. "Se non prendiamo gli schiaffi non reagiamo – ha osservato il ct Alessandro Campagna – All'inizio avevamo poca 'cazzimma', ma anche oggi abbiamo reagito da grande squadra. Abbiamo macinato gioco: siamo stati un diesel. Ho chiesto calma fino alla fine. I ragazzi hanno capito e hanno disputato un grande match, contro un avverario molto fisico. Questi schiaffi servono per svegliarsi, ma adesso basta perché in una competizione del genere non possiamo permetterceli. I nostri avversari sanno che non molliamo mai. Adesso pensiamo al Giappone". "Abbiamo sofferto la loro aggressività – ha ammesso Francesco Di Fulvio – Sapevamo che sarebbe stata una partita molto difficile, soprattutto a livello fisico. Siamo riusciti a rimontare come squadra: ci siamo compattati in difesa, abbiamo sofferto in attacco e piano piano siamo rientrati. All'inizio eravamo inguardabili: stavamo ancora dormendo. Dobbiamo eliminare questi black-out. Sappiamo qual è il nostro valore: abbiamo rispetto di tutti, ma non temiamo nessuno". (ITALPRESS). pal/red 29-Lug-21 12:31

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Sanofi Pasteur, Trippi alla guida della direzione medica

Articolo successivo

Bronzo per le azzurre nel fioretto femminile a squadre

0  0,00