Tokyo2020: Bolt incorona Jacobs “Ha classe, oggi l’erede è lui”

2 minuti di lettura

"I 100 metri la gara più prestigiosa, complimenti", dice MILANO (ITALPRESS) – Anche Usain Bolt incorona Marcell Jacobs, trionfatore nella finale dei 100 metri a Tokyo e poi nella staffetta 4×100. "Ho assistito a una gara apertissima, nella quale non sarei stato in grado di scegliere un vero favorito. Uno sprint di qualità: alla fine tutti e tre i medagliati sul podio hanno fatto il loro personale stagionale – dice il fuoriclasse giamaicano in un'intervista al "Corriere della Sera" -. Per Jacobs un risultato straordinario: i 100 metri sono la gara più prestigiosa di tutta l'Olimpiade, dare il meglio di sé nella corsa più importante della stagione è certamente un segno di classe. Congratulazioni a lui e all'Italia, che si è presa pure l'oro della staffetta, wow!". Prima di Tokyo Bolt ammette di non aver mai sentito nominare Jacobs. "Non ricordo nemmeno di averlo mai incontrato", afferma il pluricampione mondiale e olimpico della velocità, secondo cui l'azzurro è "fisicamente forte e l'aver saputo migliorare il suo personale in batteria, semifinale e finale indica che è un vero combattente, mentalmente solidissimo. Non lo conosco abbastanza per poter dire di quanto potrà scendere ancora sui 100 nel futuro". Il miglior consiglio che Bolt possa dare a Jacobs? "Goditi il momento, festeggia il giusto, continua a lavorare come stai facendo", sottolinea Bolt. "Se gli suggerirei di allenarsi all'estero? No, no, per carità: non si cambia mai una formula vincente. A me non è mai importato nulla della provenienza dei miei avversari. La cosa meravigliosa dell'atletica è che chiunque, sul pianeta, se ha talento può correre veloce. Jacobs l'ha fatto, oggi l'erede è lui", conclude Bolt. (ITALPRESS). fsc/red 08-Ago-21 10:44

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Malagò “Per l’Italia le migliori Olimpiadi di sempre”

Articolo successivo

Viviani “Il mio bronzo una medaglia vinta”

0  0,00