Calcio: Milan. Pellegri “Qui per restare, Ibra e Giroud top attaccanti”

3 minuti di lettura

L'ex Genoa e Monaco "Essere qui è un sogno, sono a disposizione di Pioli" MILANO (ITALPRESS) – "L'esperienza al Monaco non è stata fortunata, adesso il futuro è in discesa". Così Pietro Pellegri, nuovo attaccante del Milan, nel corso della sua conferenza stampa di presentazione. Il giovane classe 2001 è arrivato in rossonero dal Monaco con la formula del prestito con diritto di riscatto che diventa obbligo al verificarsi di determinate condizioni. "Ho trovato un ambiente familiare e una struttura dove c'è tutto per pensare al calcio e a fare bene, voglio ripagare la fiducia della società. Giocare con Ibrahimovic e Giroud nel Milan è una sogno, sono venuto qui per imparare e migliorare. Ho scelto la maglia numero 64 perchè è l'anno di nascita di mio padre Marco". Lo svedese è il suo idolo da quando era bambino, potersi allenare con lui, per Pellegri sarà una grande occasione per crescere: "Incontrare Ibrahimovic è stata un'esperienza magnifica. E' il mio idolo, è stato stupendo, quando l'ho visto ero felicissimo. Da Zlatan posso imparare tutto, allenarmi con lui mi stimola". L'esperienza in Francia non è stata fortunata sotto nessun punto di vista ma è un qualcosa che ha fatto maturare il neo attaccante rossonero: "L'esperienza al Genoa è stata come giocare a casa, Monaco è stata un'esperienza formativa, mentre qui è un sogno. Rifarei la scelta del Monaco – ha proseguito Pellegri – mi ha aiutato molto a crescere, anche se non è stata molto fortunata, ma non ci penso più ormai è acqua passata". Pellegri, classe 2001, ha chiaro in mente quale sia il suo obiettivo: "Voglio convincere la società a riscattarmi per poi poter restare qui. Non mi sono prefissato dei numeri, voglio dare il massimo, se ci riesco i gol poi arrivano. La nazionale è un sogno, che poi più possa diventare un obiettivo non lo nascondo". Infine sulla Champions League e sul tecnico Stefano Pioli, Pellegri ha concluso: "La Champions è una manifestazione che tutti i bambini sognano di poter giocare. Il mister mi ha detto si aspetta sacrificio, determinazione e voglia di crescere e migliorare, sono a sua disposizione e della squadra". (ITALPRESS). mra/gm/red 26-Ago-21 14:55

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

F.1: GP Belgio. Bottas “Rinnovo? Nessuna notizia, ma forse so qualcosa”

Articolo successivo

Calcio: Correa all’Inter fino al 2025, la Lazio ufficializza le cifre

0  0,00