Calcio: Andreazzoli “La Juve? Cercheremo di mantenere nostra identità”

4 minuti di lettura

Il tecnico azzurro "Non ci sono squadre che non hanno punti deboli" EMPOLI (ITALPRESS) – Aurelio Andreazzoli ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro la Juventus. Il tecnico sa che quella con i bianconeri è una sfida proibitiva ma il suo Empoli vuole fare lo sgambetto a Dybala e compagni. "Anche in questa sfida cercheremo di mantenere la nostra identità. Come fai a ragionare in un certo modo e cambiare la mentalità a seconda delle partite? Di volta in volta dovremo fare i conti con chi abbiamo di fronte ma perseguendo sempre una nostra identità. Speriamo di raggiungerla il più presto possibile", afferma il tecnico del team azzurro. "La Juventus? Non credo che ci siano squadre perfette che non hanno punti deboli. Noi abbiamo un'idea, la Juventus farà cose diverse dalla Lazio, cercheremo di trovare i loro punti deboli. Abbiamo coscienza che ne hanno pochi, ma proveremo a trovarli", prosegue Andreazzoli. L'allenatore dell'Empoli si porta dietro le certezze che i suoi hanno raccolto sabato scorso nella gara contro la Lazio. "Le partite lasciano un'impressione emotiva ma noi siamo abituati a verificare in modo oggettivo, attraverso i numeri e lo studio della gara. Con la Lazio ci siamo fatti dei danni da soli e abbiamo creato molto", continua il tecnico dell'Empoli. "Il bel gioco deve essere produttivo e la nostra squadra con la Lazio è stata produttiva, lo hanno visto tutti. Poteva andarci meglio, comunque abbiamo visto cose che vanno migliorate e su queste abbiamo iniziato a lavorare. La squadra sta bene sia moralmente che fisicamente. Ne siamo usciti rafforzati da questa gara, abbiamo giocato con una squadra più forte di noi e abbiamo tenuto botta, se non addirittura facendo qualcosa in più di loro", precisa Andreazzoli. A tenere banco è il calciomercato che si sta per concludere e che sta portando in casa azzurra, nelle ultime ore diversi rinforzi: "L'auspicio è avere una rosa definitiva, col mercato bisogna fare i conti e quindi sopportiamo la situazione. Pensiamo di avere le idee chiare". Il tecnico parla anche dell'ultimo arrivo: "Pinamonti si sta mettendo a disposizione della squadra e delle nostre necessità. Sotto l'aspetto tecnico penso che sia un ragazzo che può fare diverse cose, sia finalizzare che sacrificarsi per la squadra. Siamo naturalmente tutti quanti ad aspettare questa esplosione, credo che l'ambiente Empoli sia il posto ideale per lui per avere un percorso ancora più interessante di quello che ha avuto finora". Per un Pinamonti che arriva a Empoli c'è un Ronaldo che saluta la Juve: "Ma ci sono anche Kulusevski, Morata e tutti gli altri. Non hanno problemi alla Juve e non sono comunque situazioni su cui posso dare un giudizio". Il tecnico pensa ai suoi ragazzi nei quali crede molto. "Ricci e Bandinelli me li aspettavo così, hanno fatto molto bene. Anche Stojanovic ha fatto buone cose, dalla sua ha l'esperienza, non è un ragazzino e ha un bagaglio importante. La scelta di Vicario in porta? Siamo un gruppo, prendiamo delle decisioni figlie del momento valutando tutte quanti le componenti. La scelta del portiere esula un po' dalla tattica, ma è comunque una scelta che viene fatta analizzando il momento", conclude Andreazzoli. (ITALPRESS). mar/pdm/red 27-Ago-21 10:27

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Letta caccia Bignami dalla Festa dell’Unità: “E’ nazista”. Ma i dem hanno la memoria corta

Articolo successivo

Istat, cala fiducia consumatori e imprese

0  0,00