Calcio: Allegri “Troppa frenesia, ci vuole più compattezza”

3 minuti di lettura

"Fatto un punto in due partite, però abbiamo tutto il tempo per recuperare" TORINO (ITALPRESS) – Massimiliano Allegri ha mostrato tranquillità parlando a DAZN dopo la sconfitta della sua Juventus in casa contro l'Empoli nella seconda giornata di campionato. Per il tecnico livornese questa debacle "non è un problema di personalità – ha risposto -, diciamo che all'inizio i ragazzi hanno fatto bene, poi non abbiamo trovato il gol e nella prima uscita sbagliata che abbiamo fatto, abbiamo subito questo gol. Poi ci siamo disuniti, abbiamo corso tanto e ci siamo messi nelle mani dell'Empoli. Sono bravi tecnicamente e negli spazi vanno a nozze. Bisogna avere un po' più di tranquillità nel giocare, un po' più di pazienza, non giocare singolarmente, ma giocare di squadra. In questo momento sicuramente non è facile perché comunque abbiamo fatto un punto in due partite, però abbiamo tutto il tempo per recuperare, bisogna lavorare un po' di più sulla compattezza e sicuramente questi due passi falsi che abbiamo fatto ci faranno solamente bene. Questo è un buon gruppo, un gruppo di valore, piano piano verrà fuori assolutamente". Sulla disamina di 79 attacchi e 29 cross, Allegri ha aggiunto: "I cross non sono tanti perché loro lasciano molto spazio sugli esterni, bisognava attaccare un po' meglio l'area". "Ma la cosa che dispiace è che abbiamo sbagliato troppo tecnicamente perché siamo andati in frenesia e questo può capitare. In tutte le partite non possiamo pensare di andare in vantaggio e di vincerle tranquillamente. Devi avere la serenità e la tranquillità della grande squadra, di poter ribaltare la partita senza perdere ordine che è la cosa fondamentale". Allegri non mette a confronto la Juve che ha allenato in precedenza con questa: "E' la Juventus con giovani di valore. I ragazzi volevano vincere questa partita, purtroppo il calcio è bestiale, basta vedere i tre gol che abbiamo subito". Ancora sulla prestazione e su cosa è mancato, Allegri ha aggiunto: "Bisogna giocare le partite tutte allo stesso modo e non possiamo essere frenetici alla prima difficoltà. Bisogna avere più pazienza anche quando difendiamo. A volte la fretta di voler recuperare la palla crea spazi agli altri". Infine, inevitabile una parola ancora sull'addio di Ronaldo e su quello che ha lasciato: "Ha fatto tanti gol nei tre anni alla Juventus, ma non possiamo più pensare a Ronaldo – ha concluso Allegri -. Non si può pensare di vincere tutte le partite facilmente, in questo momento bisogna capire che bisogna compattarsi ancora di più e io sono fiducioso". (ITALPRESS). ma/glb/red 28-Ago-21 23:36

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Gonzalez e Vlahovic trascinano i viola, Toro battuto 2-1

Articolo successivo

Ricciardi “Green pass solo ai vaccinati, un tampone non può bastare”

0  0,00