Mondiali2022: Gravina “Dare continuità alla vittoria agli Europei”

2 minuti di lettura

Il presidente Figc: "Questa finestra ha un impatto devastante sui campionati" ROMA (ITALPRESS) – "La sensazione di grande positività che ha lasciato in noi la vittoria all'Europeo è molto viva: siamo chiamati a dare continuità a quel risultato e all'entusiasmo dei tifosi". Così il presidente della Figc, Gabriele Gravina, ai microfoni di "Radio anch'io sport" su Rai Radio 1, parlando degli imminenti impegni degli azzurri di Mancini nelle qualificazioni a Qatar2022. "Quando si parla di Mondiali ho i brividi, la mente ci riporta alla mancata qualificazione del 2017 – ricorda il numero uno della Federcalcio – Il nostro campionato è appena ripartito, questo è il periodo più critico per le nostre nazionali ma oggi siamo quinti nel ranking Fifa rispetto al 21esimo posto di qualche tempo fa". "Purtroppo, aver saltato alcuni appuntamenti nel marzo di quest'anno, per definire il calendario di qualificazione ai prossimi Mondiali, ha generato uno slittamento. La Fifa ha inserito nel mese di settembre-ottobre una finestra aggiuntiva che ha un impatto devastante sui campionati nazionali", aggiunge Gravina. "C'è un po' di confusione", ammette il presidente Figc, che considera legittime anche le proteste dei club: "Ci saranno situazioni contraddittorie, avremo giocatori che rientreranno alla notte, proprio alla vigilia di gare importanti". Il Tas di Losanna ha respinto il ricorso della Liga contro la decisione della Fifa di estendere di due giorni, e quindi aggiungendo un'altra giornata di gare, la finestra di settembre dedicata alle qualificazioni mondiali della Conmebol. Una finestra, ammette Gravina, "che sta generando disagi e qualche tensione". (ITALPRESS). mc/red 30-Ago-21 09:50

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Letta a Siena “nasconde” il Pd e si reinventa civico

Articolo successivo

Messa “Impegno delle Università per studenti bloccati in Afghanistan”

0  0,00