Rapporto Fifa su calciomercato: spesi 41 mld fra il 2011 e il 2020

3 minuti di lettura

Juve, Inter, Roma, Napoli e Milan fra i 30 club che hanno speso di più ZURIGO (SVIZZERA) (ITALPRESS) – Ben 48,5 miliardi di dollari spesi negli ultimi dieci anni, circa 41 miliardi di euro, e i 30 club che hanno investito di più sono tutti europei. Sono questi i principali dati che emergono dal rapporto Fifa sul calciomercato che copre l'arco di tempo fra il 2011 e il 2020: si è passati dagli 11.890 trasferimenti del primo anno preso in considerazione al picco di 18.079 nel 2019, per un totale di 133.225 operazioni, fra titolo definitivo e prestito, a livello internazionale che hanno mosso 41 miliardi di euro. Coinvolti 66.789 calciatori e 8.264 club in 200 federazioni. I giocatori più 'ricercati' sono stati i brasiliani (15.128 trasferimenti) seguiti da argentini (7.444), britannici (5.523), francesi (5.027) e colombiani (4.287). Il rapporto Fifa evidenzia una crescita del numero di club coinvolti nei trasferimenti nell'ultimo decennio che supera il 30% (da 3.167 del 2011 a 4.139 del 2019) e i primi 30 club per spesa sono inglesi (12), spagnoli (5), italiani (Juve, Inter, Roma, Napoli e Milan), tedeschi (3), francesi e portoghesi (2+2) e russi (1): solo queste trenta società hanno investito 22,8 miliardi di dollari (19,3 miliardi di euro), il 47% della spesa totale. Il club che ha speso di più fra il 2011 e il 2020 è stato il Manchester City, seguito da Chelsea, Barcellona, Psg, Real e Atletico Madrid, Manchester United, Arsenal e Juve. I bianconeri sono però quelli che hanno acquistato più calciatori (137) considerando i cinque grandi campionati europei (solo Porto con 166 e Benfica con 167 superano la Juve). La classifica dei club 'venditori' vede invece in testa Benfica e Sporting come le società che hanno incassato di più (prima italiana sempre la Juve, decima). Le stesse due squadre portoghesi, ma in ordine invertito, e lo stesso Porto occupano invece i primi tre posti fra le società che nell'ultimo decennio hanno registrato un saldo attivo fra cessioni e acquisti, in una classifica che ai primi 30 posti non vede alcuna squadra italiana o inglese. Il trasferimento più costoso è stato quello di Neymar dal Barcellona al Psg nel 2017 per oltre 200 milioni di dollari, seguito da Hazard (nel 2019 dal Chelsea al Real) e Coutinho (nel 2018 dal Liverpool al Chelsea). E se i contributi per la formazione dei calciatori sono rimasti pressochè invariati (38 miliardi di dollari nel 2011, 38,5 nel 2020), hanno subito un'impennata le commissioni pagate agli agenti: dai 131,1 milioni di dollari del 2011 si è passati ai 640,5 del 2019, per un totale di 3,5 miliardi di dollari (quasi tre miliardi di euro) nell'arco del decennio preso in esame. In Italia sono stati spesi in commissioni 645 milioni di euro per le intermediazioni, solo l'Inghilterra ha fatto peggio (780 mln). (ITALPRESS). glb/red 30-Ago-21 13:52

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Ciclismo: Trek Segafredo. Triennale per l’azzurra Elisa Balsamo

Articolo successivo

F.1: Hamilton va giù duro “Quanto successo a Spa una farsa”

0  0,00