Calcio: Il Torino presenta Pjaca e Pobega “Pronti a dare il massimo”

3 minuti di lettura

Vagnati "Contenti degli acquisti, adesso la parola spetta al campo" TORINO (ITALPRESS) – Uno a caccia di rilancio, l'altro voglioso di confermarsi, ed entrambi in una piazza, Torino, ideale per le proprie ambizioni. Giornata di presentazione per Marko Pjaca e Tommaso Pobega, due dei volti nuovi arrivati in estate in casa granata. "Voglio giocare bene e aiutare la squadra, farò il massimo e darò tutto – si presenta il 26enne attaccante croato – Il mister non ha dovuto convincermi a venire al Toro. Sapevo che era una piazza storica, volevo venire qua". Le ultime stagioni sono state un po' avare di soddisfazioni per Pjaca: "Purtroppo ho avuto tanti infortuni, con la continuità giusta posso tornare ad alti livelli, spero di poterlo fare qui". Nella scorsa stagione, per Pjaca 38 presenze, 3 gol e 2 assist con la maglia del Genoa. Adesso l'obiettivo è quello di fare un grande campionato con i granata. "Nelle ultime stagioni il Torino non è stato dove merita di essere, speriamo di fare una bella stagione e accontentare anche i tifosi". Insieme al croato è stato presentato anche Pobega: "Sono un ragazzo che si dedica molto al lavoro, la posizione verrà valutata dal mister e io cercherò di interpretarla al meglio. Nasco come mezzala di inserimento: rottura e ripartenza. A seconda delle partite posso adattarmi. Io play? Lavorando può farsi tutti. Cercherò di dare un apporto fisico e di intensità". Il classe 1999 lo scorso anno ha indossato la maglia dello Spezia realizzando ben 6 reti: "Il primo approccio con mister e squadra è stato ottimo. Ho visto un'impronta chiara, sono felice di questo". Soddisfatto dei loro arrivi, e in generale del mercato fatto, anche il direttore dell'area tecnica del Torino, Davide Vagnati: "Siamo tutti contenti degli sforzi che il nostro presidente ha fatto per il Torino in questa sessione. Ora la parola spetta al campo. Non ci possiamo permettere di fare un'altra stagione come le ultime due. Lo sa il mister, lo sappiamo tutti. Stiamo costruendo un percorso con un nuovo allenatore, tanti nuovi giocatori e una nuova idea tattica. Questo progetto si costruisce quotidianamente, allenamento dopo allenamento. In un modo o nell'altro dobbiamo cambiare l'inerzia del Torino. Non ci possiamo permettere di fare di nuovo campionati di questo genere. Per fare questo abbiamo anche bisogno dei nostri tifosi", ha concluso il dirigente granata. (ITALPRESS). mra/glb/red 02-Set-21 17:00

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

BMW Concept CE 02 rivoluziona mobilita’ urbana elettrica su 2 ruote

Articolo successivo

Allarme Fnomceo “1,4 mln di italiani senza medico di famiglia”

0  0,00