Calcio: Pinamonti “a Empoli per mettermi in mostra, pronto a lottare”

4 minuti di lettura

L'ex attaccante dell'Inter a caccia del riscatto "Voglio migliorare il mio score di gol" EMPOLI (ITALPRESS) – "E' stata una trattativa abbastanza lunga, il mercato è stato un po' diverso rispetto agli altri anni. A inizio mercato mi ha chiamato il mister Andreazzoli e mi ha detto che gli avrebbe fatto piacere lavorare con me visto che avevamo lavorato insieme al Genoa. Quella chiamata mi aveva già fatto un grande effetto, sentire la fiducia fa sempre piacere, del mister soprattutto. Sono felice di essere qui". Tanto entusiasmo e voglia di mettersi in mostra da parte di Andrea Pinamonti, nuovo attaccante dell'Empoli. Il classe 1999 è arrivato in questa sessione di mercato in prestito dall'Inter e ha già esordito in azzurro, entrando in campo nel secondo tempo della partita contro la Juventus di sabato scorso. "Ambizioni? Raggiungere la salvezza prima possibile, il gruppo è affiatato e tutti lottano, sono molto fiducioso. Personalmente spero di migliorare il mio score di 5 gol in A, fatti sia a Genova che a Frosinone. Poi quello che verrà sarà ovviamente ben accetto". I toscani hanno già ottenuto uno storico trionfo, a Torino per 1-0 contro la Juventus: "Per salvarsi bisogna lottare sempre, prima della partita della Juve avevamo capito che c'era la possibilità di fare punti. Siamo arrivati in campo convinti di quello che potevamo fare e alla fine si è visto, abbiamo portato a casa i tre punti". L'anno scorso solo 10 presenze, quasi tutte da subentrato, e una rete con la maglia dell'Inter: "Sono migliorato tanto, l'anno scorso non giocando molto non è stato un anno perso – ha sottolineato Pinamonti -. E' stato l'anno in cui ho imparato di più e spero di poter portare qui tutto. La salvezza è l'obiettivo di tutti, bisogna lavorare il più possibile per raggiungerla. La scelta di venire qui è stata per mettermi in mostra e giocare di più". Andreazzoli crede molto nelle qualità tecniche di Pinamonti e in conferenza lo ha definito un attaccante completo, in grado anche di andare a 'fare a cazzotti in area'. "Mi hanno fatto molto piacere le parole del mister, sono d'accordo con lui, perché non mi sono mai tirato indietro. Facendo un campionato dove bisogna lavorare per la salvezza, bisogna anche fare a cazzotti". "Empoli me l'hanno descritta sempre positivamente, per quel poco che ho visto posso confermare – ha proseguito l'ex nerazzurro -. Mi ha stupito molto che i tifosi fossero qui ad aspettarci dopo Torino alle cinque di mattina". Pinamonti dovrà conquistarsi la maglia da titolare in un reparto avanzato con tante scelte. "La concorrenza è sempre stimolante, ti spinge a dare di più. Io mi metto a disposizione, sono contento di avere compagni così. Dobbiamo essere tutti convinti che si può fare bene". Infine, un breve pensiero sulla Nazionale: "Non è una cosa né lontana né vicina, non ci penso. Adesso penso solo a migliorare la squadra e dare il mio contributo. Non ho pressioni né bisogno di dover accelerare. Se dovrà arrivare arriverà", ha concluso Pinamonti. (ITALPRESS). mra/glb/red 02-Set-21 15:40

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Fontana: “Green Pass? Difendo con vigore la vaccinazione”

Articolo successivo

Volley: Europei. De Giorgi “Torneo impegnativo sin da prima partita”

0  0,00