Torreira “Ho trovato un grande gruppo, Fiorentina ambiziosa”

4 minuti di lettura

"La società crede molto in questa squadra, mi piace il gioco di Italiano", dice il centrocampista uruguaiano FIRENZE (ITALPRESS) – "Dai tempi della Sampdoria si parlava di me qui alla Fiorentina. Ora è arrivata un'opportunità importante e voglio sfruttarla al massimo. Dopo la Coppa America ho detto al mio procuratore che sarei voluto tornare in Italia perchè qui mi sono trovato bene, c'erano altre offerte ma la cosa che più mi ha convinto è stata la chiamata del direttore Pradè che già alla Sampdoria mi era stato molto vicino e di aiuto. Ho creduto alla sua parola". Lo ha detto il centrocampista viola Lucas Torreira nel corso della presentazione come nuovo giocatore della Fiorentina. "Abbiamo una grandissima squadra, la società ci crede tanto e infatti sono stati fatti grandi acquisti – ha aggiunto Torreira -. Si è visto contro la Roma e contro il Torino dove vogliamo arrivare, ma è ancora presto per parlare di obiettivi, ora io voglio solo allenarmi e inserirmi al più presto nella squadra. Voglio far divertire i nostri tifosi. Sono stato venduto dalla Sampdoria all'Arsenal, ho fatto due grandi stagioni lì e purtroppo l'anno scorso ho scelto di andare all'Atletico Madrid, ho vinto la Liga ma non ho trovato spazio. Voglio giocare, sono qui per farlo. I compagni e la società mi hanno accolto molto bene, con Venuti giocavo già a Pescara, ma ne conoscevo anche altri avendoli sfidati come avversari. C'è un grande gruppo e i successi nascono proprio da questo". Torreira poi ha parlato del suo ruolo. "Sono un regista a cui piace giocare sempre la palla – ha spiegato -. Abbiamo un tecnico che ama costruire il gioco da dietro e al mister piace sempre utilizzare il mediano. Un ruolo questo che ho sempre ricoperto alla Sampdoria con Giampaolo, ho giocato sia con tre che con due uomini a centrocampo. Sono cresciuto tanto in questi anni, nelle due stagioni a Londra ho imparato molto e mi sono abituato ai diversi stile di gioco dei mister. Anche da Simeone a Madrid ho imparato tanto perché è un allenatore molto forte. Voglio bene anche a Massimo Oddo che mi ha aiutato nel calcio e ha aiutato anche la mia famiglia. Italiano? Ho già visto l'anno scorso quello che ha fatto allo Spezia, ho sempre continuato a seguire il calcio italiano. La squadra ha dimostrato già di avere un'idea e voglia di giocare. Per me è una cosa importante, ho sentito spesso il mister anche perché è uno che urla – ride Torreira -. Voglio capire il prima possibile cosa vuole da me e come posso essergli utile. Spero di essere già pronto per la partita di Bergamo e di portare punti a casa in quella partita. L'obiettivo adesso è allenarsi al massimo nelle prossime due settimane". Torreira come numero di maglia alla Fiorentina ha scelto il 18. "Non c'erano tanti numeri da scegliere perché sono arrivato all'ultimo – ha concluso il centrocampista uruguaiano -. Io sono tifoso di una squadra del mio paese (Fray Bentos, ndr) che si chiama 18 luglio e quindi ho scelto quello perché richiama proprio la squadra per cui faccio il tifo". (ITALPRESS). lc/ari/red 02-Set-21 14:12

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Bakayoko “Tornato al Milan per vincere e per restare”

Articolo successivo

Via libera a Dl Infrastrutture, Carfagna “Svolta su divario Nord-Sud”

0  0,00