Messias “Dopo tanti sacrifici sogno Scudetto e Champions”

3 minuti di lettura

"Fiero di essere qui, voglio dimostrare di essere da Milan" dice il neorossonero MILANO (ITALPRESS) – "Arrivare e Milanello e trovare giocatori importante è un'emozione che non si prova tante volte nella vita. E' un grande piacere indossare la maglia rossonera". Così Junior Messias, nuovo attaccante brasiliano del Milan, nel corso della conferenza stampa di presentazione. Il classe 1991 è arrivato dal Crotone. "Solo il talento non basta, bisogna anche lavorare con sacrificio. Essere al Milan è il massimo della vita. Arrivare qui per me è motivo di orgoglio e soddisfazione. E' stato pagato il lavoro che ho fatto in passato, ho fatto anche tanti sacrifici". L'ex Crotone parla delle sue caratteristiche non prima di aver fatto una premessa: "Ho parlato col mister. Sono a disposizione per giocare dove dice lui. Sono un esterno d'attacco, ma ho fatto anche il trequartista o la seconda punta. Idoli? Da qui sono passati giocatori fortissimi come Dida, Serginho, Cafù, Kakà, era un Milan da sogno che faceva divertire. Erano tutti campioni, non c'erano solo i brasiliani, ricordo anche Gattuso e Shevchenko. Per quanto mi riguarda voglio dimostrare che sono un giocatore da Milan, i ricordi sono belli ma adesso è un'altra storia e cercherò di dare il massimo". Le ambizioni non mancano: "Già l'anno scorso il Milan ha lottato per lo scudetto e poteva vincerlo. Quest'anno ci sono stati degli acquisti importanti e siamo pronti a provarci. In questa squadra mancano poche cose. Cercherò di portare la mia voglia di lavorare e il mio modo di giocare, cercherò di contribuire in base a cosa mi chiederà il mister. Il sogno è vincere lo scudetto e vincere la Champions League". Il classe 1991 ha poi parlato della trattativa: "Anche il Monza e altre squadre erano interessate, ma quando c'è il Milan di mezzo nemmeno ci pensi. Maldini e Massara avranno visto in me qualcosa di importante, sennò non mi avrebbero preso. Hanno studiato le mie doti tattiche e fisiche. La notte del mio possibile arrivo non ho dormito, ho parlato con tutti. Aspettavo la notizia, poi quando è arrivata ero molto contento. Non vedo l'ora di scendere in campo con questa maglia, mi piace giocare le partite importanti". Infine tifosi ("Si aspettavano un acquisto e mi stanno dando tanta fiducia, adesso dovrà parlare il campo"), Ibra e compagni. "Devo cercare di imparare cose nuove da tutti, Zlatan è un idolo e un modello da seguire. E' bello lavorare con giocatori così forti". (ITALPRESS). mra/ari/red 03-Set-21 14:15

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Roma. Si ferma Vina, Mourinho concede tre giorni di riposo

Articolo successivo

Incendio Milano, Sala “subito 80 appartamenti per gli sfollati”

0  0,00