“Mare Nordest” promuove cultura dell’ambiente e tutela della costa

3 minuti di lettura

TRIESTE (ITALPRESS) – Mare Nordest è una manifestazione ormai consolidata che ha una grande rilevanza per Trieste perché consente, in una città che fonda la propria economia in larga parte sul mare, di diffonderne la cultura. È questo, in sintesi, il concetto espresso dall'assessore regionale alle Autonomie locali alla presentazione di Mare Nordest 2021, il festival dedicato al mare che si svolgerà nel capoluogo regionale, in piazza dell'Unità d'Italia, dal 10 al 12 settembre. Nel corso dell'illustrazione del programma e dei dettagli dell'evento, che quest'anno giunge alla decima edizione, l'assessore ha rilevato che Mare Nordest, oltre ad arricchirsi ogni anno di contenuti e momenti di confronti di grande spessore e rilevanza, si conferma un appuntamento di valore anche per la capacità dei suoi organizzatori di anticipare, prima che divengano noti alle grandi masse, temi di grande impatto, come quello delle microplastiche. Infine, è stato rilevato, la manifestazione unisce agli incontri e ai dibattiti educativi e culturali un'attività concreta di pulizia dei fondali marini di Trieste, a tutto vantaggio dell'ambiente. Ideato e organizzato dall'omonima associazione sportiva dilettantistica, con il patrocinio del Comune di Trieste e della Regione, il festival unisce istituzioni, professionisti, ricercatori e soggetti che abbiano un profondo legame con il mare ed è adatta a ogni genere di pubblico. Sono previsti diversi appuntamenti che andranno a coprire varie tematiche: dall'innovazione green alla cultura storica, dalla ricerca scientifica all'intrattenimento. Il Festival prenderà avvio con un convegno sullo Scuttling, ossia l'operazione di autoaffondamento volontario e pilotato di naviglio dismesso dai ruoli civili o militari per la rivalorizzazione, moderato dal giornalista sportivo Romano Barluzzi, recentemente insignito del Tridente d'Oro, al quale parteciperanno tra gli altri Paola Del Negro, direttore generale dell'Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale OGS e Paolo Ferraro, direttore dell'Accademia Internazionale di Scienze e Tecniche Subacquee. In collaborazione con l'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale, Asi Sub e i volontari di diverse associazioni e circoli subacquei, sarà inoltre eseguita una prospezione subacquea dell'area prospiciente il Molo Audace di Trieste al fine di consentire la rilevazione e l'aggiornamento della situazione esistente con un intento di carattere didattico e sportivo. Durante Mare Nordest 2021 verrà dato ampio spazio ad aMare.fvg che da progetto pilota regionale è diventato realtà per nove Comuni del litorale del Friuli Venezia Giulia, contribuendo a dare un ulteriore importante messaggio di attenzione verso il mondo marino. (ITALPRESS). mgg/com 06-Set-21 15:16

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Roma, Gualtieri: “Con Europa Verde per la transizione ecologica”

Articolo successivo

A Venezia il nuovo Pinocchio animato di Straffi

0  0,00