Del Duca “Pronti per Europei, Club Italia una famiglia”

4 minuti di lettura

Domani al via la kermesse continentale di beach soccer in Portogallo, gli azzurri sfideranno la Svizzera FIRENZE (ITALPRESS) – "Siamo molto tranquilli, la squadra si è allenata bene ed è in buone condizioni. In Portogallo abbiamo potuto fare qualche altro allenamento, nel gruppo c'è serenità e voglia di iniziare. Non vediamo l'ora di scendere in campo per dimostrare di poter dire la nostra in questo torneo continentale". Scatteranno domani giovedì 9 settembre, con la sfida alla Svizzera, gli Europei di beach soccer che vedranno l'Italia impegnata in Portogallo almeno fino a sabato prossimo e affrontare anche l'Ucraina e i padroni di casa lusitani nella fase a gironi. "Contro la Svizzerà sarà una gara molto difficile perchè loro sono nel miglior momento della loro storia, è una squadra molto tecnica che ha un impianto di gioco ben preciso – ha spiegato Del Duca in un'intervista all'agenzia Italpress -. Dovremo essere bravi nella fase difensiva e in quella offensiva, se lo faremo potremmo metterli in difficoltà e dire la nostra. Nella prima partita contro la Svizzera dovremo entrare in campo per dimostrare la nostra forza. La gestione delle forze si farà di gara in gara a seconda di quello che è l'impegno e gli sforzi che effettueremo. Abbiamo tre finali, con la Svizzera è la prima". "Quello che voglio vedere dalla mia squadra è una buona fase offensiva e difensiva, restando sempre in partita anche se ci saranno delle difficoltà – ha aggiunto il ct degli azzurri -. Non ci dobbiamo far sorprendere soprattutto dall'intensità perché non giocando da due mesi all'inizio del match ci potrebbe essere questa difficoltà. Detto questo ho una squadra forte, un bel mix fra giocatori esperti e giovani molto bravi, sono sereno e fiducioso, convinto che faremo una grande partita. Rispettiamo gli svizzeri ma abbiamo voglia di iniziare questo torneo e vincere la prima partita". Del Duca non pone limiti alla sua squadra in questo Europeo. "Il nostro obiettivo è giocare partita per partita e cercare di crescere di gara in gara – ha spiegato il c.t. azzurro -. Alla fine di ogni partita tireremo le somme: laddove avremo fatto bene cercheremo di crescere ancora, in caso contrario di correggere le cose storte e comunque migliorare in generale. Non voglio pormi obiettivi a lungo termine. Voglio che i ragazzi scendano in campo con la mente libera, per divertirsi, per cercare di vincere, con la massima serenità, cattiveria e concentrazione. Poi nel beach le partite sono molto strane, incidono tante varianti e fare pronostici mi sembra azzardato. Mi auguro di superare il primo scoglio e poi crescere durante il torneo". "Mi sento in dovere di ringraziare la Figc, il presidente Gravina e il Club Italia che fanno tanti sforzi per portare avanti questo sport e per promuovere questa disciplina con la Nazionale – ha concluso Del Duca -. Ci sentiamo parte integrante di una grande famiglia, abbiamo condiviso a Tirrenia momenti bellissimi con l'Under 21, i ragazzi si sono scambiati numeri di telefono e conoscenze, questo è quello che vogliamo. Una grande famiglia all'interno del Club Italia. Il beach soccer ne fa parte, speriamo di fare un buon risultato e di dare la soddisfazione alla nostra Figc che crede tanto in questa disciplina". (ITALPRESS). lc/ari/red 08-Set-21 12:01

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Covid, risposta piu’ debole al vaccino per i pazienti immunodepressi

Articolo successivo

Legge di stabilità 2022, i temi fondamentali

0  0,00