Show Kean-Raspadori, l’Italia travolge la Lituania 5-0

3 minuti di lettura

Gli azzurri ritrovano il successo lungo la strada verso i Mondiali del 2022 REGGIO EMILIA (ITALPRESS) – L'Italia torna grande e allunga sulla Svizzera. Dopo due pareggi consecutivi, la Nazionale di Mancini travolge la Lituania per 5-0 e sale a quattordici punti nel gruppo C delle qualificazioni Mondiali, sei in più degli elvetici (due gare in meno) fermati dall'Irlanda del Nord sullo 0-0. Senza l'attacco titolare, gli azzurri fanno quello che contro Bulgaria e Svizzera non erano riusciti a fare: gol. Ne fanno cinque, abbastanza per portare la differenza reti sul +11 e chiudere una pausa nazionali che si era aperta nel modo sbagliato. Di fatto al Mapei Stadium dopo mezz'ora di gioco gli azzurri sono già sul 4-0. La prima rete arriva dopo 11': Novikovas sbaglia un retropassaggio e regala palla a Kean che converge sul destro e batte Setkus sul primo palo. L'episodio più che accendere una reazione nella Lituania, scatena il festival del gol azzurro. E poco dopo, al 14', c'è il 2-0: Raspadori scambia con Pessina e calcia col sinistro trovando la deviazione decisiva di Utkus per l'autogol del raddoppio. È tutta dell'attaccante del Sassuolo invece la rete del 3-0: Di Lorenzo al 24' sfonda sulla destra e crossa, Raspadori si fionda su una corta respinta e deposita in rete da pochi passi. La Lituania non ci prova nemmeno a reagire, la Nazionale di Razanauskas prova a limitare i danni ma è la strategia sbagliata contro una Italia che ha risolto il mal di gol e forse trovato qualche alternativa in più ad Immobile. Lo sa bene Moise Kean che al 29' con uno splendido mancino al volo firma il poker che chiude il primo tempo. Nella ripresa Mancini cambia anche Donnarumma con Sirigu che si regala un tempo tra i pali. Dall'attuale portiere del Psg, ad un ex parigino: ma entrambi sono solo spettatori della goleada azzurra che si arricchisce al 55' con il 5-0: un cross di Di Lorenzo è letto male da Setkus che con lo sguardo vede il pallone entrare in rete. Allo scoccare dell'ora di gioco c'è spazio anche per il debutto di Scamacca. Ma l'attaccante neroverde non si aggiunge al tabellino dei marcatori. Ci è andato più vicino invece Castrovilli che dal limite calcia col destro e colpisce il palo. L'appuntamento è ora per il 12 novembre per il match decisivo contro la Svizzera all'Olimpico, dopo la Final Four di Nations League. (ITALPRESS). glb/red 08-Set-21 22:37

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Green pass, Meloni “Misura vessatoria e inutile”

Articolo successivo

Mondiale2022: Nazionale. Mancini “Fare cinque gol non è mai semplice”

0  0,00