Calcio: Raspadori “Io un po’ Mancini e un po’ Vialli”

1 minuto di lettura

"Ho studiato Aguero, Di Natale e Rossi guardando le partite con papà" SASSUOLO (MODENA) (ITALPRESS) – Dopo il gol dell'altra sera con la maglia azzurra contro la Lituania e in vista del match del suo Sassuolo contro la Roma, dalle colonne de "La Gazzetta dello Sport", ha tracciato il proprio profilo Giacomo Raspadori, che è di certo uno degli italiani più "caldi" del momento. "Per fisico, tecnica e stile di gioco forse ad Aguero. Uno di quelli che ho studiato di più assieme a Tevez, Di Natale e anche Paolo Rossi, guardando le sue partite con papà. Ma chi mi ha rubato gli occhi più di tutti è Eto'o, generoso come pochi: quando un attaccante diventa un punto di riferimento per la squadra", ha detto l'attaccante del Sassuolo. "Io un po' 9 come Vialli e un po' 10 come Mancini? Ci può stare: mi piace come sintesi e mi ci vedo. Ma soprattutto, non sarebbe male. L'abbraccio sincero, vero, che mi ha dato Vialli subito prima di Italia-Lituania mi ha scaldato il cuore. Lo porterò sempre con me", ha concluso Raspadori. (ITALPRESS). pdm/red 10-Set-21 12:01

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Usa: orso cerca di entrare in auto per cercare cibo – Video

Articolo successivo

Cosmofarma, la “reazione” del mondo delle farmacie

0  0,00