Trapianti, macchina per il ricondizionamento polmonare al Bambino Gesu’

3 minuti di lettura

ROMA (ITALPRESS) – E' disponibile e pronta per essere utilizzata, presso il Dipartimento di Cardiochirurgia, cardiologia e trapianto cuore polmone dell'Ospedale Bambino Gesu', l'apparecchiatura per il ricondizionamento polmonare ex-vivo (EVLP: Ex Vivo Lung Perfusion). Il macchinario e' stato donato da LIFC Lazio comitato Officium, per il tramite della Fondazione Bambino Gesu' Onlus, grazie al fondamentale sostegno della Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale presieduta da Emmanuele F. M. Emanuele. Con la realizzazione del progetto "Da Vita a qualita' di Vita", l'associazione Officium, che da anni sostiene la ricerca per il miglioramento delle cure dei pazienti con Fibrosi Cistica, si e' posta l'obiettivo di aumentare le chance di trapianto per i pazienti in lista di attesa per trapianto polmonare. La tecnica di "ricondizionamento" nasce negli anni '70 e prevede, partendo da polmoni di donatori che non raggiungono i criteri standard di trapiantabilita', un trattamento degli organi, della durata di circa quattro ore, che restituisce la funzionalita' dei polmoni e li rende trapiantabili. L'EVLP si e' sviluppata nel corso degli anni ed ha visto recentemente anche la sua applicazione in ambito pediatrico dove, insieme al trapianto lobare, rappresenta un'importante alternativa per risolvere la problematica della scarsa disponibilita' di organi per questa tipologia di pazienti. "Sono davvero lieto di aver contribuito, unitamente ad Officium, comitato di Lega Italiana Fibrosi Cistica, e all'Ospedale Bambino Gesu', a questo importante ed innovativo progetto – ha commentato Emanuele, presidente della Fondazione Terzo Pilastro -. Il nostro impegno nel settore della salute rappresenta un dovere morale imprescindibile nei confronti della collettivita' e ci ha sempre visti in prima linea, sul territorio, nei delicati settori della sanita' e della ricerca scientifica, come testimoniano in particolare, fra le altre molteplici iniziative promosse, l'Hospice per i malati terminali e di SLA e il Villaggio Emanuele per i malati di Alzheimer, entrambi totalmente gratuiti e che non hanno cessato di operare neppure durante l'emergenza sanitaria. Sono certo che anche la collaborazione in essere con la LIFC e l'Ospedale Bambino Gesu' dara' ottimi frutti, consentendo il miglioramento della qualita' e dell'aspettativa di vita dei pazienti che necessitano del trapianto polmonare". (ITALPRESS). fsc/com 14-Set-21 14:53

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Il Cagliari esonera mister Semplici

Articolo successivo

Atletica: Continental Tour. Tortu in gara a Nairobi nei 200 metri

0  0,00