Varie: Pancalli “Anomalia l’assenza Ministero Sport in Paese civile”

1 minuto di lettura

Il numero uno del Cip "italiani ora innamorati del nostro movimento" ROMA (ITALPRESS) – "Il Ministero dello Sport? In un Paese civile, dove spesso si reclama l'importanza dello sport per i giovani, non avere un Ministero dello Sport, delle Politiche giovanili e della Qualità della vita, è una anomalia. Sostengo questo da circa 20 anni". Così, ai microfoni di Radio Due, il presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Luca Pancalli. "Noi ci aspettavamo il successo degli azzurri alle Paralimpiadi. Avevamo lavorato tanto, è vero; però qualche medaglia è stata veramente inattesa. Ringrazio chi ha continuato ad aiutare gli atleti paralimpici nell'ultimo biennio, nonostante le difficoltà legate all'emergenza Coronavirus. Parlo delle federazioni, degli enti sportivi e dei gruppi sportivi", ha aggiunto Pancalli. "La foto del podio dei 100 metri femminili è sicuramente la grande cartolina delle ultime Paralimpiadi. La migliore premiazione è arrivata dagli italiani, che ci hanno sommerso di affetto e di email, dicendoci che si sono innamorati del nostro movimento e che hanno compreso quello che significa lo sport paralimpico. Questa è stata un'importante battaglia vinta", ha concluso il numero uno del Cip. (ITALPRESS). pdm/red 15-Set-21 13:18

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Serie B. Designazioni arbitrali, Marcenaro per Como-Frosinone

Articolo successivo

Afghanistan, per 44% italiani decisione USA presa senza consultare UE

0  0,00