Motomondiale: Gp San Marino. Aprilia veloci a Misano, Vinales su tutti

3 minuti di lettura

"Felice di aver trovato da subuto buone sensazioni", dice lo spagnolo al secxondo weekend con il nuovo team MISANO ADRIATICO (ITALPRESS) – Aprilia e i suoi piloti in evidenza nella prima giornata di prove a Misano in vista del GP di domenica. Nel primo turno, iniziato in condizioni di asciutto, Maverick Viñales è stato protagonista prendendosi il primo posto in 1'32"666 e dimostrandosi costantemente veloce prima che la pioggia chiudesse di fatto la sessione con qualche minuto di anticipo. Al di là della soddisfazione per il bel piazzamento, la cosa più importante per il pilota e per il team è la costanza di progressi nella conoscenza, e quindi della confidenza, tra Viñales e la moto italiana. Rimane questo l'obiettivo di questa parte di stagione. Nella FP2 Vinales ha guidato per la prima volta la RS-GP con l'acqua, ha chiuso in 1'44.203 ma ricavando buone impressioni in condizioni fino a ora mai testate. "Sono contento soprattutto di aver trovato da subito buone sensazioni. E' chiaro che avendo già fatto un test sono più preparato rispetto ad Aragòn, ma parliamo comunque di una nuova moto e di un nuovo team. Quindi piedi per terra ma è confortante sapere di avere ritmo e velocità, anche sul bagnato dove non avevo praticamente mai girato con l'Aprilia", spiega lo spagnolo. "Stiamo migliorando anche come lavoro nel box, i ragazzi stanno imparando a conoscermi e capiscono quali sono le modifiche giuste per le mie esigenze – prosegue l'ex Yamaha -. Si tratta di un percorso, lo affrontiamo con calma e senza farci prendere dall'euforia. Quello che voglio è la costanza, trovare una buona base su cui lavorare per essere veloci sempre". Aleix Espargarò da parte sua ha centrato con facilità la top ten (1'33.102) pur con una scelta conservativa a livello di gomme avendo rimandato la caccia al tempo alla sessione pomeridiana. Ma la pioggia, caduta durante tutta la FP2, ha un po' scombinato i piani. La classifica è rimasta congelata ai tempi del mattino ma il pilota è stato tra i più veloci con asfalto bagnato chiudendo con l'ottavo crono in 1'43.629. "Una giornata poco divertente, per colpa del meteo. In realtà se guardiamo alle prestazioni posso ritenermi soddisfatto, questa mattina ho montato la gomma morbida davanti per risparmiare quelle più dure che preferisco e sono comunque riuscito a stare in top-10. Nel pomeriggio sul bagnato ho fatto un po' fatica a trovare confidenza nei primi giri, poi le cose sono andate migliorando velocemente. La mia speranza è nell'asciutto, sia per le qualifiche sia per la gara, perchè il feeling è decisamente buono", l'analisi dello spagnolo. (ITALPRESS). ari/com 17-Set-21 18:06

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Liverpool. Klopp “Buona partenza, conta non perdere punti”

Articolo successivo

La Santa Piccola sbarca a Venezia

0  0,00