Calcio: Andreazzoli “Venezia incidente di percorso, riscatto con Samp”

4 minuti di lettura

Il tecnico dell'Empoli ha fiducia nei suoi ragazzi: "L'impegno è sempre massimo" EMPOLI (ITALPRESS) – La parola d'ordine di Aurelio Andreazzoli è riscatto. Dopo la sconfitta col Venezia l'Empoli è di nuovo impegnato al Castellani, questa volta con la Sampdoria, in una gara che gli azzurri non vogliono sbagliare. "Non abbiamo fatto drammi dopo il ko col Venezia – spiega il mister -, sappiamo che è un incidente di percorso. Abbiamo avuto le idee offuscate, l'abbiamo analizzata cercando di far diventare una gara che ci ha dato problemi uno spunto per ripartire. Adesso dobbiamo ripresentarci vogliosi e desiderosi di riscatto per la gara con la Sampdoria". Tornando alla gara con i lagunari Andreazzoli fa mea culpa, anche se tira una frecciatina alla classe arbitrale. "Quando una gara si indirizza con un gol nei primi minuti poi diventa difficile – spiega -, abbiamo trovato una squadra che si è chiusa dietro. Il problema siamo stati noi, pongo di nuovo l'attenzione su quello che dovevamo fare e non abbiamo fatto. Pur non facendo una gara lineare come eravamo abituati a fare, sul piano della volontà e la voglia di rimetterla in piedi la squadra c'è sempre stata. Dobbiamo capire però che una gara va tenuta in equilibrio fino alla fine, non dovevamo quindi concedere il secondo gol. La squadra ha la sua responsabilità, anche se alcuni episodi sono stati interpretati male. Succede spesso ultimamente anche nella altre gare di campionato". Del prossimo avversario Andreazzoli non si fida. "Contro il Venezia la gara ci ha detto che non abbiamo giocato come abbiamo deciso di giocare – dice Andreazzoli -. La Sampdoria come ogni squadra ha le sue peculiarità, di tutte le squadre che abbiamo visto fino ad ora è una di quelle che offre maggiori spunti di attenzione, per gioco, per caratteristiche individuali, faccio un plauso a D'Aversa perché ha presentato una squadra davvero in palla. In virtù di questo ci siamo posti il problema di come affrontarli. I ragazzi li ho visti come sempre – aggiunge il mister – abbiamo un gruppo di giocatori ai quali non si può dire nulla per l'impegno, questo non basta quando giochiamo contro una squadra più forte di noi, come lo è la Samp. E per questo dobbiamo metterci qualcosa di più". Sul turnover e sulle possibili scelte di formazione Andreazzoli è molto chiaro. "Non è oggi il problema delle tre gare in successione – dice il mister – speriamo di non essere obbligati a fare cambi. Tonelli purtroppo non è a disposizione, Bandinelli si è allenato, non ha avuto rotture sulla contusione avuta nella scorsa gara. È a disposizione e siamo contenti. Di Francesco può fare diversi ruoli". "Tra gli attaccanti disponibili – prosegue Andreazzoli – aggiungo anche Ekong, consideriamo tutti e cinque. Parisi sta meglio, ora è solo una questione di tempi e opportunità. Mi sembra pronto per essere utilizzato". Il tecnico azzurro ritrova da avversario il pupillo Ciccio Caputo. "Non solo lo rivedo volentieri Caputo, mi avrebbe fatto anche piacere riaverlo – ammette Andreazzoli – . Il suo valore lo sta dimostrando, con Quagliarella forma una coppia di alta qualità e di caratteristiche fastidiose. L'attenzione dovrà essere massima, come sempre in serie A". (ITALPRESS). mar/ari/red 18-Set-21 13:26

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Nissan, Toro “L’elettrificazione al centro delle nostre strategie”

Articolo successivo

Ciclismo: È rottura Movistar-Lopez, divorzio dal primo ottobre

0  0,00