Calcio: Lazio. Il Cagliari per reagire, Sarri “Siamo in crescita”

3 minuti di lettura

Sulla squalifica, il tecnico ribadisce: "Mi difenderò con ogni mezzo possibile" ROMA (ITALPRESS) – Due sconfitte consecutive, tre gol subiti, zero segnati. E' il bilancio delle ultime due uscite della Lazio di Maurizio Sarri tra campionato ed Europa League, contro Milan e Galatasaray. Eppure, per il tecnico toscano in Turchia si sono visti "dei passi in avanti giganteschi sull'aspetto tattico, ma non su quello tecnico. Abbiamo cambiato tutto, c'è un nuovo modo di pensare, non solo di giocare e abbiamo bisogno di tempo". Sarri chiede tempo ma domani c'è subito la sfida contro il nuovo Cagliari di Walter Mazzarri per una quarta giornata di Serie A che offre subito un crocevia per i sardi, fermi a 1 punto in classifica: "Mi aspetto una gara difficile, il Cagliari è una formazione superiore per valore rispetto ai risultati ottenuti finora. Poi hanno cambiato tecnico e potrebbero avere una reazione emozionale. Non dobbiamo aspettarci niente di facile", ha detto Sarri in conferenza stampa. L'allenatore promuove la crescita dei suoi centrocampisti ma soprattutto non vede un problema di condizione. "Quei tre in mezzo al campo sono giocatori di qualità e a me piacciono. Abbiamo interni con caratteristiche offensive abituati a giocare con una sola punta o una e mezzo – dice – Gli stiamo chiedendo di fare un qualcosa di diverso. Sono giocatori dinamici e importanti. Il nostro gioco è molto più mentale che fisico. Tutti pensano che pressare sia un gran dispendio fisico ma se la squadra è corta ci si stanca di meno". Dopo due ko consecutivi, Sarri non si sente in difficoltà e non sente pressioni dall'ambiente: "Se intendiamo Formello, si lavora bene e si vuole migliorare. Io non posso sentirmi in difficoltà dopo due partite giocate contro due squadre al nostro stesso livello. I giocatori stanno bene, c'è aria di grande disponibilità e la totale comprensione, c'è da lavorare. Io riscontro dei miglioramenti importanti. L'obiettivo è creare dopo le partite dei riscontri oggettivi, oggi sono solo soggettivi". E sulla squalifica di due giornate dopo Milan-Lazio per aver "cercato uno scontro verbale" con un calciatore avversario e "contestato la decisione arbitrale proferendo espressioni blasfeme", Sarri non ha intenzione di fermarsi: "Ho pochi mezzi per difendermi in giustizia ordinaria, ma cercherò di sfruttarli tutti". (ITALPRESS). spf/ari/red 18-Set-21 16:22

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Mazzarri pronto al debutto “Voglio Cagliari che non molla mai”

Articolo successivo

Super Tortu a Nairobi: corre i 200 in 20″11 e avvicina Mennea

0  0,00