Superbike, in Catalogna Rinaldi vince gara 2 davanti a Razgatlioglu

4 minuti di lettura

Il turco torna in testa alla classifica. Paura per Sykes BARCELLONA (SPAGNA) (ITALPRESS) – Gara 2 del Campionato del Mondo MOTUL FIM Superbike al Circuit de Barcelona-Catalunya va a Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati) che al termine di un grandissimo duello batte Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK) che torna in testa alla classifica con un punto di vantaggio. Nel corso del secondo giro vengono esposte le bandiere rosse dopo la caduta che vede coinvolti Lucas Mahias (Kawasaki Puccetti Racing) e Tom Sykes (BMW Motorrad WorldSBK) alla curva 1. Sykes è stato portato al centro medico per accertamenti dopo la caduta ma è cosciente. Gli è stato riscontrato un trauma cranico e trasportato all'Ospedale di Catalogna per ulteriori accertamenti. Alla ripartenza Rinaldi parte velocissimo e si porta in testa alla gara davanti a Razgatlioglu e Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK). Il turco resta con il riminese nella prima metà di gara mentre Rea inizia a calare. Razgatlioglu e Rinaldi allungano su Rea. Il portacolori Yamaha sorpassa il pilota della Casa di Borgo Panigale ma Rinaldi risponde alla curva 1 e poi lo distanzia. Rea per il podio deve vedersela con Andrea Locatelli (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK) ma ad avere la meglio è il lombardo che insieme a Scott Redding (Aruba.it Racing – Ducati) e Alvaro Bautista (Team HRC) finiscono per sorpassarlo. All'inizio del 18° giro Redding supera Locatelli alla curva 1 andandosi a prendere il terzo posto. Il pilota inglese come il suo compagno di box Rinaldi monta la gomma SC0 mentre i suoi avversari utilizzano la SCX. Per Rinaldi è la prima vittoria dalla Tissot Superpole Race di Misano. Per la prima volta Rinaldi, Razgatlioglu e Redding vanno insieme sul podio. Bautista termina quarto davanti a Locatelli. Rea chiude sesto a tre secondi dal podio e precede lo statunitense Garrett Gerloff (GRT Yamaha WorldSBK Team) che conquista il suo miglior risultato dalla Superpole Race disputata all'Autodrom Most. Con questo sesto posto di Rea, Razgatlioglu torna in testa alla classifica con un punto di vantaggio sul nordirlandese. Gerloff è il miglior pilota Indipendente alla bandiera a scacchi e si mette alle spalle Axel Bassani (Motocorsa Racing), ottavo. Michael van der Mark (BMW Motorrad WorldSBK Team) è nono davanti al giapponese Kohta Nozane (GRT Yamaha WorldSBK Team). Honda va a punti con entrambi i suoi piloti: Leon Haslam (Team HRC) è 11° e precede Samuele Cavalieri (Barni Racing Team). 13° posto per Christophe Ponsson (Gil Motor Sport-Yamaha). Leandro Mercado (MIE Racing Honda Team) e Isaac Viñales (Orelac Racing VerdNatura) chiudono i primi 15 mentre Jonas Folger (Bonovo MGM Action) è l'ultimo classificato. La Gara 2 di Alex Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK) è terminata alla curva 2 nel corso del primo giro dopo aver perso il controllo della sua Kawasaki ZX-10RR. Jonas Folger (Bonovo MGM Action) e Lachlan Epis (OUTDO TPR Team Pedercini Racing) hanno provato a evitare il contatto, Epis è stato costretto al ritiro. Lowes è stato portato al centro medico dove gli è stata riscontrata una contusione al polso sinistro. Mahias ha preso parte alla ripartenza ma poi si è ritirato. Neanche Loris Cresson (OUTDO TPR Team Pedercini Racing) ha terminato la gara. (ITALPRESS). fsc/com 19-Set-21 17:20

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Covid, 3.838 nuovi casi e 26 decessi nelle ultime 24 ore

Articolo successivo

Ciclismo: Ganna è di nuovo iridato a cronometro

0  0,00