Primo punto per la Salernitana: col Verona finisce 2-2

3 minuti di lettura

Gondo e Mamadou Coulibaly rispondono alla doppietta di Kalinic SALERNO (ITALPRESS) – Il Verona scappa, la Salernitana lo riprende. All'Arechi finisce 2-2 il match valido per la quinta giornata di Serie A, un punto che sblocca la squadra di Castori, ferma a quota zero dopo le prime quattro partite, mentre non può soddisfare l'Hellas di Tudor, reduce dal primo successo stagionale contro la Roma ma soprattutto avanti 2-0 dopo trenta minuti grazie alla doppietta di Kalinic. Partita subito vivace all'Arechi, con la Salernitana che vuole dare continuità all'ottima prestazione messa in campo contro l'Atalanta. A passare in vantaggio al 7' è però il Verona: Lazovic libera Caprari sulla sinistra, il giocatore di proprietà della Sampdoria crossa al centro e per Kalinic è un gioco da ragazzi spingere la palla in rete. Gli ospiti hanno subito una buona occasione per raddoppiare con Barak ma poi i campani reagiscono, trascinati da Ribery. Simy manca due volte di poco il bersaglio di testa, poi è Kechrida a non trovare la porta con il sinistro da ottima posizione. E allora al 29' arriva il raddoppio del Verona, con una classica azione di contropiede: assist di Ilic e preciso scavetto di Kalinic, che festeggia la doppietta personale. Nei minuti di recupero del primo tempo, però, la Salernitana accorcia le distanze: punizione del solito Ribery, rimpallo in area che favorisce Gondo, rapido nel colpire col destro battendo Montipò. L'inizio della ripresa è nuovamente di marca veneta, con Kalinic ancora pericoloso: l'attaccante del Verona si libera in area e lascia partire un gran destro che sbatte contro il palo. La Salernitana accusa il colpo e fatica a reagire, Castori manda in campo Djuric per Simy, mentre nell'Hellas Simeone sostituisce Kalinic, dopo aver inserito Tameze e Casale all'intervallo. Spinti dal pubblico, i padroni di casa tirano fuori l'orgoglio e sfiorano il pareggio con il nuovo entrato Djuric, che per poco non trova la deviazione sul cross potente di Ranieri. Ma è questioni di minuti, perché al 76' Mamadou Coulibaly intercetta il tiro di Gagliolo dalla distanza e batte Montipò da distanza ravvicinata. L'Arechi esplode di gioia e nel finale tira un sospiro di sollievo, perché la punizione di Barak finisce contro l'incrocio dei pali, secondo legno di un Verona sfortunato. Ma per la Salernitana il pareggio è meritato. (ITALPRESS). pal/red 22-Set-21 20:35

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Si sblocca la Juve, 3-2 in rimonta a La Spezia

Articolo successivo

Calcio: Allegri “Vittoria importante, ma dobbiamo migliorare”

0  0,00