Calcio: Tudor “Genoa forte,no alibi ma trasferte in pochi giorni pesano”

3 minuti di lettura

"Vogliamo giocare un'altra gara importante", dice il tecnico del Verona VERONA (ITALPRESS) – "Due trasferte così lunghe e ravvicinate pesano, non c'è dubbio, ma non ci sono e non ci vogliamo creare alibi. Quello che conta è che vogliamo giocare un'altra gara importante, contro un avversario forte. Oggi capirò come sta la squadra e domani scenderanno in campo i giocatori più pronti per affrontare questa sfida". Reduce dal pareggio di mercoledì scorso a Salerno, il Verona di Igor Tudor vola in Liguria dove domani sera affronterà il Genoa. Partite e trasferimenti che richiedono un dispendio di energie fisiche e mentali, il tecnico croato non può che prenderne atto, ma chiede comunque il massimo ai suoi ragazzi che affronteranno una squadra con "giocatori esperti e che avrà il vantaggio del fattore campo. Nell'ultima sfida di campionato hanno fatto un buon punto fuori casa, dimostrando le loro qualità. Mi aspetto un Verona che dia il massimo e che cerchi di commettere meno errori possibili". Difficile parlare di formazione, Tudor aspetta ancora altre risposte dal campo, ma anche dallo staff medico. "Sutalo potrebbe essere convocato. Veloso spero sarà disponibile nelle prossime settimane, perché non è solo un giocatore forte ma anche un punto di riferimento come uomo spogliatoio, un leader e un esempio per tutti i ragazzi". A Salerno potevano arrivare i tre punti, invece è arrivata la rimonta dei padroni di casa. "Penso che abbiamo limitato molto il loro gioco e creato tantissimo rispetto ai nostri avversari. Abbiamo segnato due gol e colpito due pali, il rammarico resta solo per non aver raccolto il bottino pieno. Se avessimo avuto un po' di freschezza in più saremmo riusciti a tenere il pallino del gioco e avremmo potuto portare i tre punti". Il grande protagonista del match dell'Arechi è stato Kalinic. "Conoscevo già Nikola, abbiamo giocato sei mesi insieme quando io ero a fine carriera e lui stava iniziando. È sicuramente un giocatore di grande classe, per noi è una risorsa importante e io sono contento di averlo a disposizione. Deciderò oggi se sarà ancora titolare, durante la gara abbiamo cinque cambi a disposizione e io ritengo fondamentali anche i giocatori che subentrano. Da tutti pretendo sempre il massimo". Dal bomber ai difensori. "Sono contento della prestazione nonostante i gol subìti, perché sono stati incassati non per sbagli individuali, ma per situazioni di gioco dove siamo stati meno attenti. Li vedo motivati e concentrati, alcuni elementi della rosa mi stanno anche sorprendendo positivamente". (ITALPRESS). ari/com 24-Set-21 14:53

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Mini Rockingham GT Edition, una limited edition di 50 unita’

Articolo successivo

Open Fiber, la banda ultralarga arriva nei piccoli borghi delle Marche

0  0,00