Calcio: Saponara “Con Napoli gara stimolante, sento fiducia Italiano”

3 minuti di lettura

"So di poter essere importante anche entrando dalla panchina" FIRENZE (ITALPRESS) – "Il Napoli non è una squadra che scopriamo oggi, il mister ci ha detto di tenerla d'occhio dalla prima giornata perchè da subito ha messo sul campo un grande gioco, anche migliore dell'anno scorso. Andremo ad affrontare la squadra che forse ora sta meglio. Sarà una partita molto probante, molto stimolante, ci dirà se possiamo competere con squadre di quel livello e cercheremo di prepararci al meglio". Riccardo Saponara, intervistato dai canali ufficiali viola, non vede l'ora che arrivi la sfida di domenica pomeriggio, quando al "Franchi" si presenterà il Napoli capolista a punteggio pieno. Ma Insigne e compagni troveranno una Fiorentina protagonista di un ottimo avvio di campionato. "Fin dal ritiro le sensazioni erano positive e questo inizio di stagione ha confermato che abbiamo iniziato a lavorare nel modo giusto, con grande entusiasmo, credendo nelle idee che l'allenatore ci ha presentato fin da subito – prosegue – Credo che abbiamo assimilato immediatamente cio' che l'allenatore voleva da noi e non saremmo partiti così forte se non fosse stato così. Le partite che abbiamo giocato dimostrano che siamo già avanti col lavoro, possiamo migliorare tanto ma abbiamo già nella testa il carattere del mister, il gioco che vuole e mi auguro che potremo continuare così per poterci togliere grandi soddisfazioni". Parlando infine del ruolo che si sta ritagliando in maglia viola in questa stagione, Saponara ha aggiunto: "Tutte le mie esperienze positive e negative mi hanno permesso di crescere come ragazzo e come calciatore. Quando inizi a giocare come professionista non vorresti uscire dal campo neanche per 30 secondi, ogni volta che vieni sostituito o vai in panchina ti senti messo da parte, ti senti bocciato dall'allenatore. Col tempo ho capito che un giocatore e un ragazzo puo' essere importante dentro un ambiente anche a partita in corso. E in questo Italiano è sempre stato molto convincente perche' mi ha sempre trasmesso questa sua fiducia anche facendomi partire dalla panchina. Mi ha fatto capire lui l'importanza di stare dentro un gruppo, giocando qualche minuto in meno ma potendo aiutare al massimo la squadra". (ITALPRESS). lc/glb/red 30-Set-21 12:03

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Volley: Lube, Zaytsev lavora sodo “Voglio tornare presto al top”

Articolo successivo

L’ipocrisia politica dietro il caso Morisi: ecco perché fa gola a tanti

0  0,00