Superbike: Riscatto Rea in gara 2 a Portimao, Razgatlioglu out

3 minuti di lettura

Sono 24 i punti in classifica che separano il turco dal sei volte iridato PORTIMAO (PORTOGALLO) (ITALPRESS) – Il Mondiale Superbike non smette di regalare colpi di scena e a due tappe dalla fine la lotta per il titolo è più aperta che mai. Dopo due cadute consecutive e zero punti conquistati fra gara 1 e Superpole Race, Jonathan Rea si rialza e approfitta al meglio dell'errore di Toprak Razgatlioglu. All'Autodromo Internacional do Algarve di Portimao, gara 2 del Round di Portogallo la vince il sei volte iridato in sella alla sua Kawasaki, riscattando un weekend fin qui da dimenticare. Con la partenza rimandata per motivi tecnici e la distanza di gara che passa da 20 a 19 giri, Rea passa dalla decima casella alla seconda già alla fine del primo giro, con Razgatlioglu alle sue spalle, poi il sorpasso ai danni di Scott Redding (Aruba.it Racing – Ducati) che vale il momentaneo primato. Inizia un serrato duello col turco della Pata Yamaha che però, alla fine del decimo giro cade alla curva 15, nello stesso punto che ieri in gara 1 aveva visto finire a terra Rea. Per il nordirlandese quella di oggi è la vittoria numero 110 in carriera e il podio numero 210. Ora in classifica tra i due ci sono soli 24 punti. Rea e Razgatlioglu in questa stagione vantano 25 podi a testa: non era mai successo prima nella storia del Mondiale Superbike. I due hanno vinto 11 gare ciascuno in questo 2021. Sul terzo gradino del podio sale ancora Loris Baz (Team GoEleven), buon quarto posto per Andrea Locatelli (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK) che si mette alle spalle l'altra Yamaha di Garrett Gerloff (GRT Yamaha WorldSBK Team). Michael van der Mark (BMW Motorrad WorldSBK Team), scattato dalla pole position dopo il successo nella Superpole Race, alla bandiera a scacchi è sesto davanti a Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati), dolorante alla caviglia e all'anca destra dopo la caduta riportata stamattina. Il riminese fa meglio di Leon Haslam (Team HRC) che chiude ottavo. Nono posto per il rookie Axel Bassani (Motocorsa Racing) che precede Eugene Laverty (BMW Motorrad WorldSBK Team), ancora in pista al posto di Tom Sykes. Prossimo appuntamento fra due settimane in Argentina. (ITALPRESS). glb/red 03-Ott-21 17:29

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

La cura Tudor funziona, poker del Verona contro lo Spezia

Articolo successivo

Calcio: Serie A. Thiago Motta “Abbiamo sbagliato troppo”

0  0,00