Calcio: Wenger “Mondiali ogni due anni un’evoluzione necessaria”

1 minuto di lettura

L'ex manager dell'Arsenal: "Eliminare le partite che hanno perso valore" ROMA (ITALPRESS) – "Non è una rivoluzione, piuttosto un'evoluzione necessaria: tutti sembrano d'accordo sul fatto che il calendario vada riformato, nessuno è contento dello status quo". In un'intervista a 'La Repubblica', l'ex manager dell'Arsenal, Arsene Wenger, torna sull'idea di far giocare i Mondiali ogni due anni per un calcio, a suoi dire, "evoluzionario". "Raggruppare le qualificazioni in una o due finestre internazionali e lasciare per il resto della stagione i giocatori con i loro club: meno interruzioni dei campionati, meno viaggi per i giocatori – entra nello specifico il tecnico francese – Ci sarebbero meno giorni per le nazionali durante l'anno, ma si creerebbe lo spazio per una grande competizione alla fine della stagione, Mondiale o Europeo. E poi un periodo di riposo obbligatorio di 25 giorni per i giocatori prima dell'inizio della nuova stagione". In questo modo non perderebbero di valore le nazionali: "Io propongo di 'pulire' il calendario ed eliminare le partite che hanno perso significato. Un modo più moderno di organizzare il calcio. I giocatori sono con me". (ITALPRESS). mc/red 04-Ott-21 10:03

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Donadoni “Juve in ritardo, Milan, Inter e Napoli per scudetto”

Articolo successivo

Calcio: Razzismo. Koulibaly “Mi hanno chiamato scimmia di m…”

0  0,00