Calcio: Christillin “Mondiali ogni due anni? Rischio overdose”

2 minuti di lettura

E sui costi nel calcio: "Serve un calmieramento condiviso" ROMA (ITALPRESS) – "Facendo i Mondiali ogni due anni, e nell'anno in cui non si fanno disputare gli Europei e gli altri campionati continentali, c'è un'overdose, una bulimia, il rischio di saturazione del marketing tutto nelle mani della Fifa". È la posizione di Evelina Christillin, membro del Board Uefa e del Consiglio Fifa, intervenuta nel corso della tavola rotonda "Lo Sport System italiano: alfiere del Made in Italy e leva per lo sviluppo", nell'ambito del "Made in Italy Summit 2021: Setting a New Course" organizzato da Il Sole 24 Ore e Financial Times in collaborazione con Sky TG24. "Anche il calcio femminile e quello giovanile verrebbero fagocitati dal calcio maschile, che ha visibilità e interessi maggiori, quando invece andrebbero messi nella giusta luce per avere la visibilità che meritano". "Siamo pronti a discutere ma mi pare che noi europei e i sudamericani non siamo dell'idea di accogliere questa proposta, vedremo", ha aggiunto. Per quanto riguarda invece i bilanci in rosso dei club, "il problema vero non è il Covid ma l'aumento dei costi esponenziale che non segue quello dei ricavi. Ci si deve mettere tutti d'accordo per un calmieramento che sia condiviso da tutti gli stakeholder, solo così si può tornare ad avere una sostenibilità. Col Covid la situazione è deflagrata ma o ci si mette tutti d'accordo o si va a carte quarantotto tutti". (ITALPRESS). glb/red 05-Ott-21 18:03

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Maltempo, danni e allagamenti a Catania

Articolo successivo

Milano-Cortina: Pancalli “Spero in crescita culturale come Torino2006”

0  0,00