Calcio: Napoli, Politano “Consapevoli nostra forza ma piedi per terra”

3 minuti di lettura

"Spalletti ci trasmette la sua esperienza e forza mentale" NAPOLI (ITALPRESS) – "Dentro di noi siamo consapevoli della nostra forza, però bisogna stare saldamente coi piedi per terra e dimostrare in ogni incontro che possiamo raggiungere i traguardi che desideriamo, sia noi che la città". Matteo Politano, intervistato da "Radio Kiss Kiss", assicura che al Napoli nessuno si è montato la testa nonostante uno straordinario avvio di campionato, con sette vittorie nelle prime sette gare. "Stiamo bene, siamo felici di essere in alto in classifica ma il campionato è molto lungo – prosegue l'attaccante – Dobbiamo proseguire con la stessa intensità, mentalità, con la voglia di vincere e di saper soffrire anche come abbiamo fatto a Firenze. Quest'anno siamo partiti bene, abbiamo mantenuto l'equilibrio in campo anche nei momenti di difficoltà. Questo significa che siamo un gruppo unito che ha qualità ma anche carattere. Allo stesso tempo bisogna lottare gara dopo gara". E questa voglia di lottare si è vista anche al "Franchi", dove proprio Politano ha esultato per una chiusura difensiva come se avesse segnato. "La fase difensiva è fondamentale e tutti dobbiamo dare una mano. Poi in avanti abbiamo calciatori che sanno sempre andare a rete e quindi se siamo capaci di non subire poi possiamo colpire in ogni momento del match". La qualità, infatti, in attacco non manca. "Ne abbiamo tanta, non solo in chi gioca di più ma anche negli uomini che sono nella rosa come Mertens e Petagna. Sono calciatori che possono dare tantissimo per arricchire ancora di più il nostro valore. Osimhen? Victor è un ragazzo splendido che si allena con impegno enorme. La sua forza la vediamo quotidianamente, è uno degli attaccanti più forti in assoluto". A Napoli Politano ha ritrovato Spalletti, che lo aveva già allenato ai tempi dell'Inter. "L'ho trovato molto carico, entusiasta di allenare il Napoli. E' un tecnico che ci sta trasmettendo tutta la sua esperienza e la sua forza mentale. Il mister parla molto poco a fine gara, si complimenta con tutti e poi il martedì analizza la partita. E' un uomo molto sicuro e ci conferisce fiducia sempre. Dopo la delusione dell'anno scorso c'era molto rammarico tra di noi. Spalletti è stato bravissimo a risollevare il morale e darci la carica per riscattarci". Poi, sugli insulti ricevuti da Koulibaly a Firenze, chiosa: "Questa gente che si comporta in questo modo non dovrebbe entrare più allo stadio. Siamo nel 2021 ed è inammissibile ascoltare ancora insulti e cori razzisti. Spero si trovino soluzioni le adeguate punizioni per chi si rende protagonista di questi atti di inciviltà". (ITALPRESS). glb/com 07-Ott-21 18:03

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Covid, 2.983 nuovi casi e 41 decessi in 24 ore

Articolo successivo

Simest, 480 milioni per le Pmi del sud

0  0,00