Caruso e Marcora ok, otto azzurri a Indian Wells

4 minuti di lettura

Chiuse le qualificazioni del torneo californiano, otto gli italiani in tabellone INDIAN WELLS (USA) (ITALPRESS) – Salvatore Caruso e Roberto Marcora superano le qualificazioni e accedono al tabellone principale del "BNP Paribas Open", settimo ATP Masters 1000 stagionale, dotato di un montepremi di 8.359.455 dollari, in corso sui campi in cemento di Indian Wells, in California. Al turno decisivo Caruso, n.135 ATP e seconda testa di serie, ha sconfitto per 6-4, 6-4, in un'ora e tre quarti di gioco, l'ecuadoregno Roberto Quiroz, n.300 ATP, superato per la terza volta in altrettante sfide, mentre Marcora, n.208 ATP, si è aggiudicato per 6-2, 7-5, in poco meno di un'ora e mezza di partita, il derby tricolore contro Matteo Viola, n.294 ATP. Semaforo rosso, invece, per Andrea Arnaboldi, n.281 del ranking, che ha ceduto per 6-1, 6-7(6), 6-3, dopo oltre due ore e un quarto, all'argentino Renzo Olivo, n.199 ATP e 22esima testa di serie. Con la conclusione delle qualificazioni sono diventati 8 gli azzurri al via nel tabellone principale di Indian Wells. Sette su otto sono stati sorteggiati nella parte bassa del tabellone: quattro di loro – Berrettini, Sinner, Sonego e Fognini – sono inseriti tra le teste di serie e beneficiano di un bye al primo turno. Per quanto riguarda gli altri Lorenzo Musetti, n.62 ATP, deve vedersela con lo spagnolo Albert Ramos-Vinolas, n.48 del ranking (nessun precedente tra il 19enne di Carrara e il 33enne di Barcellona), per incontrare eventualmente il canadese Felix Auger-Aliassime, n.11 del ranking e 7 del seeding. Gianluca Mager, n.73 ATP, ha invece "pescato" al primo turno contro l'ungherese Marton Fucsovics, n.42 del ranking (il 29enne di Nyiregyhaza ha vinto l'unico precedente con il 26enne sanremese, negli ottavi del Roma Challenger del 2016), con la prospettiva di un secondo turno contro il francese Gael Monfils, n.18 del ranking e 14 del seeding, reduce dalla finale di Sofia (stoppato da Sinner). Roberto Marcora, n.208 ATP, promosso dalle qualificazioni, trova dall'altra parte della rete lo spagnolo Pedro Martinez, n.61 del ranking (il 32enne di Busto Arsizio ha vinto l'unico precedente con il 24enne di Alzira, al primo turno dell'ITF di Reggio Emilia nel 2017), mentre l'altro qualificato azzurro, Salvatore Caruso, n.135 ATP, l'unico capitato nella parte alta del tabellone, debutta nel main draw stanotte affrontando lo statunitense Zachary Svajda, n.434 del ranking, 18enne californiano di La Jolla in tabellone grazie ad una wild card. Esordio direttamente al secondo turno – come detto – per gli altri quattro azzurri, con Berrettini e Sinner che potrebbero affrontarsi negli ottavi. Il romano, n.7 del ranking e 5 del seeding, inizia il suo torneo contro il vincente del match tra lo statunitense Denis Kudla, n.95 ATP, e il cileno Alejandro Tabilo, n.184 ATP, proveniente dalle qualificazioni: per Sinner, n.14 del ranking e 10 del seeding, c'è il vincitore della sfida tra la wild card di casa Jack Sock, n.162 ATP, e l'australiano John Millman, n.158 ATP. Lorenzo Sonego, n.21 del ranking e 17 del seeding, troverà o il sudafricano Kevin Anderson, n.69 ATP, o l'altro "aussie" Jordan Thompson, n.76 ATP, mentre Fabio Fognini, n.30 del ranking e 25 del seeding, attende il vincente del match tra il tedesco Jan-Lennard Struff, n.54 ATP, e il colombiano Daniel Elahi Galan, n.105 ATP. (ITALPRESS). ari/com 07-Ott-21 09:08

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Salvini “Mettere per iscritto che nessuno pagherà più tasse”

Articolo successivo

Basket: Nba. Pre-Season, Gallinari a riposo, Atlanta ko con Cleveland

0  0,00