DRINK E YOGA: Il terzo chakra nel drink MANIPURA di Giuseppe Marzovilla

2 minuti di lettura
DRINK: MANIPURA
BARTENDER: Giuseppe Marzovilla, proprietario e bartender del ParlaPiano Bistrot – Miscelazione in cucina di Mola di Bari (BA)

INGREDIENTI:

5 cl Roku Gin
2 cl succo di pompelmo
1 cl sciroppo di yuzu
10 foglie di citronella fresca
2 dash Violento Bitter

Bicchiere: Old Fashioned

PREPARAZIONE:

Il drink si prepara direttamente nel bicchiere con la tecnica build. Versare il Roku Gin e tutti gli altri ingredienti in un bicchiere Old Fashioned con del ghiaccio tritato. Aggiungere le foglie di citronella fresca, girare il tutto con un barspoon e servire.

IL DRINK:

Nella nuova e originale drink list ispirata ai sette chakra, ideata da Giuseppe Marzovilla – proprietario e bartender del ParlaPiano Bistrot di Mola di Bari, non può mancare il Manipura. Terzo chakra, quello del plesso solare, rappresentato con il colore giallo, è il fulcro dell’autostima e dell’autonomia personale, dell’io posso, ma è anche il centro della volontà e della realizzazione personale. Il drink ha il fulcro di sapore e gusto nel giapponese Roku Gin, distribuito in Italia da Stock Spirits e di recente protagonista della campagna Alive with the seasons of Japan. Con le sue note fresche e piccantine, il Roku Gin qui incontra la citronella, lo yuzu e il pompelmo, per dar vita a una miscela rinfrescante e dal carattere deciso, con la finalità, secondo il chakra Manipura, di rendere chi lo beve consapevole di sè stesso… proprio perchè io posso! Una drink list firmata da Marzovilla che, dopo le due ispirate ai farmaci, non si allontana dal concetto del benessere dell’uomo: “Abbiamo ancora bisogno e io per primo – sottolinea il bartender – di cercare di star bene per dimenticare ciò che ci logora da un anno e mezzo a questa parte“. Sette drink per sette chakra, i centri energetici situati nel nostro corpo, deputati a raccogliere, metabolizzare e infine rilasciare verso l’esterno l’energia vitale che ci circonda, ognuno associato ad un colore.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

“Roma, un’avventura con apertura straordinaria”: alla scoperta dei tesori segreti della Capitale

Articolo successivo

Tennis: Caruso e Trevisan avanti a Indian Wells

0  0,00