Fondazione Cariplo, un bando per progetti sulla sindrome post Covid

3 minuti di lettura

MILANO (ITALPRESS) – On line un nuovo bando di Fondazione Cariplo "Networking, ricerca e formazione sulla Sindrome Post- Covid" con scadenza il prossimo 15 dicembre e con risorse pari a 2 milioni di euro, alla ricerca di progetti multidisciplinari volti alla generazione e diffusione della conoscenza sul Long-Covid con un approccio innovativo in linea con gli indirizzi previsti nel PNNR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza). Ripartire dalla Medicina del territorio come chiave di volta di un sistema che sia a livello nazionale che locale possa favorire lo sviluppo di capacita', competenze e modelli stimolando gli attori del sistema sanitario a lavorare su progettualita' condivise con valore di best practice. Mentre i dati dei nuovi contagi Covid-19 appaiono in diminuzione e verso una stabilizzazione, complice l'imponente campagna vaccinale che tocca la soglia di copertura del 70% della popolazione italiana, l'attenzione si concentra sempre piu' sui pazienti che hanno contratto l'infezione da Sars-Cov-2 che, seppur in presenza di esami negativi che ricercano la presenza del virus da poche settimane a quattro-sei mesi, presentano sintomatologie di varia natura e che necessitano di assistenza sanitaria anche a distanza di settimane o mesi dalla negativita' al test antigenico. Si tratta dei cosiddetti malati Long-Covid, un insieme di patologie estremamente vario: si va dalle vertigini a mal di testa, da difficolta' del sonno al respiro corto, ma anche palpitazioni e battito irregolare sino a sintomi neurologici quali ansia, stress, ipersudorazione ed ancora disturbi gastrointestinali, eritemi cutanei, dolori muscolari sino a problemi di carattere renale e disordini ematologici. Ad oggi, pero', le informazioni e la ricerca su questo versante risultano ancora frammentarie e insufficienti per assicurare una risposta coordinata da parte dei sistemi sanitari nazionali per le migliaia di soggetti costretti a condizioni fortemente invalidanti e che necessitano di percorsi riabilitativi adeguati. La scelta di Fondazione Cariplo si fonda sulla necessita' di far circolare le conoscenze in modo rapido e capillare e sulla consapevolezza che la sindrome potra' essere compresa e affrontata efficacemente solo grazie ad una risposta corale, capace di mettere a fattor comune dati e conoscenze e valorizzando il contributo dei diversi attori. Inoltre l'avvio di progettualita' su questo tema offre nuove opportunita' per sperimentare modelli di intervento replicabili ad altre affezioni e sviluppare competenze utili per affrontare le sfide future del sistema sanitario. "Lavorare insieme, per lo stesso obbiettivo e creare conoscenza condivisa: questi sono stati i fattori determinanti per contrastare la pandemia nella sua fase emergenziale – ha affermato Giovanni Fosti, Presidente Fondazione Cariplo – e lo sono ancora oggi per affrontare le conseguenze di lungo periodo sulla salute delle persone affette da sindrome post Covid. Con questo nuovo bando la Fondazione Cariplo intende promuovere formazione di reti tra le organizzazioni dell'ecosistema sanitario per migliorare l'efficacia nel rispondere ai bisogni di cura delle persone e ampliare il patrimonio di conoscenza sul tema". (ITALPRESS). pc/com 12-Ott-21 12:54

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Salvini: “Mettere fuori gioco la violenza di ogni colore”

Articolo successivo

“Ora di Futuro”, la nuova scuola al centro della vita degli studenti

0  0,00