Prestigiosi riconoscimenti internazionali per il Vermouth di Torino Superiore al Barolo Del Professore

4 minuti di lettura

Sempre più numerosi e prestigiosi i riconoscimenti internazionali per il Vermouth di Torino Superiore al Barolo Del ProfessoreUltima, in ordine di tempo, la Medaglia d’Argento ottenuta al Meininger’s International Spirits Award – ISW 2021, tenutosi recentemente in Germania. La competizione internazionale, nata grazie alla casa editrice Meininger Verlag, specializzata in vini e spirits, assegna ogni anno medaglie ai migliori liquori e distillati su scala mondiale. Nel 2020 il Vermouth di Torino Superiore al Barolo Del Professore, ha ricevuto la Medaglia d’Oro del Concours Mondial de Bruxelles 2020 allo Spirit Selectionevento internazionale alla sua 21a edizione, che premia i migliori spiriti e liquori di tutto il mondo e che si è tenuto nella capitale belga. Altro prestigioso riconoscimento, la Medaglia d’Oro ottenuta al Concorso The WineHunter Award, svoltosi durante il Merano Wine Festival 2018.

Un successo crescente per il Vermouth di Torino Superiore al Barolo Del Professore, in particolare in Paesi europei come Germania, Belgio, Inghilterra e Francia, per l’unico vermouth al mondo realizzato a partire da una base caratterizzata dal Re dei vini, il Barolo, nello specifico il Barolo del vigneto Cerretta, un grande cru della celebre cantina Ettore Germano di Serralunga d’Alba. Un vero e proprio ritorno alle origini, ai tempi in cui un ottimo vermouth non poteva che nascere da un ottimo vino. Vermouth premium, nato nel 2013 dalla ricerca e dalla creatività Del Professore, azienda fondata dopo una lunga e minuziosa analisi storica e tecnica e grazie alla geniale creatività dei ragazzi del The Jerry Thomas Project di Roma – primo speakeasy italiano e da anni tra i migliori cocktail bar del mondo.

 

Il Vermouth di Torino Superiore al Barolo Del Professore si compone di una miscela segreta di erbe e spezie selezionate, tra cui assenzio, rabarbaro, vaniglia, china, chiodi di garofano, il doppio invecchiamento in botti di rovere, prima come vino Barolo e poi come vermouth, per circa 3 o 6 mesi. Un lavoro sapiente e paziente per un vermouth caratterizzato dalla finezza dei profumi e con un’impronta elegante di tannini, che si arricchiscono della complessità delle spezie naturali.

Data la natura un po’ estrema del progetto – sottolinea Fabio Massazza Gal, commercial manager Del Professore – caratterizzata da un lato da un ritorno alle origini e dall’altro da una forte spinta pionieristica e da un pizzico di follia, non era semplice prevedere il tipo di risposta che il mercato avrebbe dato. Ma sembra che il coraggio sia stato premiato, alla luce dei numerosi premi ricevuti e dei riscontri del pubblico. E anche in Italia i risultati commerciali sono lusinghieri e ci confermano che siamo sulla buona strada”.

Realizzati con la lavorazione artigianale dei migliori ingredienti naturali, in gran parte raccolti sulle colline e sulle montagne piemontesi e, come da tradizione, con l’aggiunta di selezionate spezie di natura esotica, i Vermouth Del Professore hanno nel tempo raggiunto una visibilità internazionale e fidelizzato un vasto pubblico di appassionati ed intenditori.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Luiza Constantin e la sua rivincita

Articolo successivo

Green Pass. Oggi gli anni Settanta? Ecco cos’è la strategia della tensione

0  0,00