Tennis: Atp. Federer fuori da top 10, Berrettini stabile al 7° posto

3 minuti di lettura

Djokovic sempre in testa al ranking, Sinner e Sonego perdono posizioni ROMA (ITALPRESS) – Registra un paio di variazioni la top ten del ranking mondiale Atp pubblicata oggi e sempre guidata da Novak Djokovic: il 34enne serbo, diventato per la prima volta numero 1 del mondo il 4 luglio 2011 e al suo quinto periodo in cima al ranking, dopo aver strappato a Roger Federer il record all-time porta a 343 le sue settimane complessive sul trono. Alle sue spalle, ora distanziato di 1800 punti, il russo Daniil Medvedev, con il greco Stefanos Tsitsipas sul terzo gradino del podio. Conferma al quarto posto anche per il tedesco Alexander Zverev, mentre pur senza giocare avendo chiuso in anticipo il suo 2021 lo spagnolo Rafael Nadal (a sua volta allunga la striscia record a 839 settimane consecutive in top ten) si riprende la quinta posizione a scapito del russo Andrey Rublev. Si mantiene sulla settima poltrona Matteo Berrettin, a 702 punti dal moscovita. In ottava piazza l'austriaco Dominic Thiem, seguito ora dal norvegese Casper Ruud, che in una stagione da applausi ritocca il proprio best ranking, così come il polacco Hubert Hurkacz, in progresso di due posti così da entrare per la prima volta nell'elite del circuito maschile. La conseguenza dell'ascesa di Ruud e Hurkacz è l'uscita dalla top ten mondiale di Roger Federer, per la prima volta dal 30 gennaio 2017. Il fuoriclasse di Basilea, fermo da lungo tempo per l'infortunio al ginocchio, negli ultimi diciannove anni era stato fuori dalla Top 10 solo per undici settimane: dal 15 luglio al 4 agosto 2002, poi dal 6 novembre 2016 al 30 gennaio 2017. Il trionfo a Indian Wells, il primo in carriera in un Masters 1000, consente al britannico Cameron Norrie di balzare al 15° posto (+11) migliorando ulteriormente il proprio record personale. Anche dopo il penultimo Masters 1000 stagionale l'Italtennis si gode tre giocatori fra i primi 25 (quattro in Top 35) e otto nei top 100 della classifica mondiale. Berrettini a parte, fa due passi indietro Jannik Sinner, ora al numero 16, così come ne fa tre Lorenzo Sonego, 24°, mentre scivola di quattro gradini Fabio Fognini (34°). E' in progresso di sei posizioni Gianluca Mager, che si porta al 67° posto scavalcando Lorenzo Musetti, che perde sei posti ed è numero 69. Risale sei gradini Stefano Travaglia, assestandosi alla casella 83, mentre indietreggia di cinque posti Andreas Seppi (98°), l'ottavo azzurro in Top 100, dalla quale esce invece Marco Cecchinato, scivolando al numero 104 (-22). (ITALPRESS). mc/red 18-Ott-21 11:59

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Mercedes-Benz Italia dona 1 Euro all’Airc per ogni km di test drive

Articolo successivo

Fichera “Milano2023, sfida dura contro Abu Dhabi e Tashkent”

0  0,00