Volvo rileva proprieta’ stabilimento di Luqiao da Geely Holding

3 minuti di lettura

Volvo Car Group ha raggiunto un accordo con la sua Casa madre, Geely Holding, per l'acquisizione della piena proprieta' dell'impianto di produzione di Luqiao in Cina, e il consolidamento dello stabilimento all'interno delle sue attivita'. A seguito di precedenti accordi tra le due parti, questo trasferimento implica che entro i prossimi due anni Volvo Cars deterra' la piena proprieta' di tutti gli stabilimenti che producono le sue auto. La capacita' produttiva dello stabilimento sara' interamente a disposizione di Volvo Car Group, il che rafforzera' ulteriormente la posizione della Casa automobilistica in Cina, il suo piu' grande mercato. Inoltre, il trasferimento rende piu' chiara la struttura proprietaria sia di Volvo Car Group che di Geely Holding. L'impianto di produzione, che dalla sua inaugurazione nel 2017 e' stato di proprieta' di Geely Holding con il supporto operativo di Volvo Cars, continuera' a produrre la Volvo XC40, la XC40 Recharge completamente elettrica e i modelli Polestar 2. Conformemente alla convenzione di denominazione adottata da Volvo Cars per gli altri stabilimenti in Cina, lo stabilimento di Luqiao sara' d'ora in poi chiamato stabilimento di Taizhou, riprendendo il nome della citta' di origine invece del distretto di origine. "Il trasferimento di proprieta' dello stabilimento di Taizhou e' una mossa saggia e logica per entrambe le parti, poiche' l'impianto e' ora completamente dedicato alla produzione delle auto di Volvo Car Group", ha dichiarato Javier Varela, responsabile Engineering & Operations. "E' simbolico che lo stabilimento che ha prodotto il primo esemplare della nostra prima auto completamente elettrica, la Polestar 2, continui ad aiutarci a crescere per raggiungere il nostro obiettivo di diventare un leader globale nel segmento delle auto elettriche di fascia alta". Lo stabilimento di Taizhou e' un buon esempio della proficua collaborazione tra Volvo Cars e Geely Holding, poiche' garantisce a Volvo Cars la capacita' necessaria per continuare una forte crescita in Cina. I modelli che vengono oggi prodotti presso l'impianto sono tutti basati sulla piattaforma modulare compatta CMA, sviluppata congiuntamente da Volvo Cars e Geely Holding. Geely Holding e Volvo Cars operano incessantemente per ottimizzare la collaborazione e la struttura operativa all'interno del gruppo allargato. Il trasferimento di proprieta' dell'impianto di Taizhou segue la creazione di Aurobay, una nuova azienda autonoma che unisce le attivita' operative delle due Case nel settore dei propulsori, nonche' un accordo stipulato a luglio, secondo il quale Volvo Cars acquisira' la quota di Geely Holding nelle joint venture delle due Aziende in Cina. Poiche' Volvo Cars gia' si occupa della gestione dello stabilimento di Taizhou, non ci saranno cambiamenti nelle attivita' operative di quest'ultimo in seguito all'accordo di oggi. Tutti i 2.600 dipendenti dello stabilimento, comprese le funzioni di produzione e di supporto, passeranno da Geely Holding a Volvo Cars. (ITALPRESS). tvi/com 20-Ott-21 15:52

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Le leggi fiscali sono troppe

Articolo successivo

Nasce il Museo Digitale della Storia del Metodo Scientifico in Medicina

0  0,00