Tennis: Atp. Djokovic sempre in testa, Sinner ‘vede’ la top 10

3 minuti di lettura

L'altoatesino, dopo la vittoria ad Anversa, sale all'11° posto del ranking ROMA (ITALPRESS) – Una sola variazione nella top ten del ranking mondiale Atp, sempre guidata da Novak Djokovic: il 34enne serbo, diventato per la prima volta numero 1 del mondo il 4 luglio 2011 e al suo quinto periodo in cima al ranking, dopo aver strappato a Roger Federer il record all-time porta a 344 le sue settimane complessive sul trono. Alle sue spalle, distanziato di 1800 punti, il russo Daniil Medvedev, con il greco Stefanos Tsitsipas sul terzo gradino del podio. Conferma al quarto posto anche per il tedesco Alexander Zverev, seguito dallo spagnolo Rafael Nadal (a sua volta allunga la striscia record a 840 settimane consecutive in top ten) che ha chiuso in anticipo il suo 2021, a precedere il russo Andrey Rublev. Si mantiene sulla settima poltrona Matteo Berrettini, a 702 punti dal moscovita. Si porta all'ottavo posto invece il norvegese Casper Ruud, che in una stagione da applausi ritocca ulteriormente il proprio best ranking, scavalcando l'austriaco Dominic Thiem, altro giocatore che ha dato appuntamento al 2022. Quindi, a chiudere l'elite del circuito maschile, il polacco Hubert Hurkacz, entrato la settimana scorsa per la prima volta in Top 10: alle sue spalle si fa però minaccioso Jannik Sinner, che con il titolo ad Anversa vola all'11° posto, a 118 punti di distanza dall'amico polacco. Prosegue inesorabile la discesa di Roger Federer, la settimana scorsa uscito per la prima volta dal 30 gennaio 2017 dalla Top 10: il fuoriclasse di Basilea, fermo da lungo tempo per l'infortunio al ginocchio, scivola di altri quattro posti, al numero 15, subito dietro il britannico Cameron Norrie, ora 14° (+1) suo nuovo record personale. L'Italtennis chiuderà il mese di ottobre con tre giocatori fra i primi 25 (e soprattutto quasi due in Top 10) e di nuovo nove nei top 100 della classifica mondiale. Oltre a Berrettini e Sinner, fa passo avanti Lorenzo Sonego, al 23° posto, mentre scivola di due gradini Fabio Fognini (36°). Risale due posizioni Lorenzo Musetti, che si porta al numero 67 riscavalcando Gianluca Mager, adesso 68°. E' stabile Stefano Travaglia (83°), mentre la finale raggiunta nel challenger di Losinj consente a Marco Cecchinato di recuperare nove posizioni e riportarsi nei primi cento (95°), precedendo Andreas Seppi che si conferma 98°, nono azzurro in Top 100. (ITALPRESS) mc/com 25-Ott-21 11:50

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Confimprese-EY, a settembre consumi +1%

Articolo successivo

Le prossime tappe per la terza dose e l’efficacia dei vaccini. Quali nuove…

0  0,00