Calcio: Andreazzoli “Inter campione, ma l’Empoli non parte battuto”

4 minuti di lettura

"Conosciamo limiti e pregi, dobbiamo meritarci la possibilità di fare risultato", spiega il tecnico azzurro EMPOLI (ITALPRESS) – L'Empoli vive un buon momento ma se la dovrà vedere contro un avversario di quelli davvero ostici. Il tecnico azzurro, Aurelio Andreazzoli, chiede ai suoi una grande prova per riuscire a strappare un risultato positivo contro l'Inter. "Giochiamo contro i campioni d'Italia – spiega il tecnico toscano -, ho qualche statistica, hanno il miglior attacco del campionato, sono primi per gol su azione e tiri in porta, hanno dei nomi importanti anche in panchina. Ma è chiaro che noi non partiamo battuti. Dobbiamo meritarci la possibilità di fare risultato. Conosciamo i nostri limiti e i nostri pregi e cercheremo di metterli in campo. Anche se sappiamo che potrebbero non bastare. Spero che la squadra esprima tutto quello che ha. Aggiungo che con Inzaghi ho sempre perso, la situazione può solo migliorare". Il tecnico parla anche della sfida con la Salernitana, dove è arrivata una vittoria importantissima. "Dal campo avevamo avuto l'impressione di aver sofferto troppo nella ripresa e invece rivedendola non è stato così – spiega il mister azzurro -. Nel secondo tempo ci siamo un po' disuniti, non siamo stati ordinati e abbiamo perso tempo. Abbiamo usato l'elmetto e il violino, in un ambiente particolarissimo. Siamo stati bravi, è stato un turno di crescita". Il match contro i nerazzurri è ovviamente differente rispetto a quello di Salerno, non solo dal punto di vista tattico ma anche quello dell'approccio. "Per scelta nessuno vuole aspettare o subire – afferma il tecnico azzurro – cercheremo di sviluppare meglio possibile quello che sappiamo fare, come lo farà l'Inter". Ancreazzoli prende tempo, ma qualcosa sulla formazione anti-Inter la concede. "Fino a che non rivelo la formazione ai ragazzi, non voglio che certe scelte siano anticipate. Cambiare fa parte del gioco, abbiamo un gruppo importante dove possiamo cambiare alcuni elementi mantenendo l'equilibrio. Questo è un bel vantaggio", spiega Andreazzoli che su Pinamonti, ex di turno, dice: "Bisognerebbe chiedere a lui se ha maggiori motivazioni. A vedere le ultime gare non credo che abbia bisogno di dimostrare, si è comportato benissimo, certo giocare contro i tuoi ex compagni è una soddisfazione e quindi, come fa sempre, vorrà mettersi in evidenza per aiutare la squadra. Di Francesco? Preferiamo preservarlo per la prossima, ha un piccolo problema, non vogliamo rischiarlo. Bajrami gioca, anche se ancora non lo sapeva nemmeno lui"… Il tecnico torna alla notte di due anni fa, quando l'Empoli, sconfitto dall'Inter retrocesse in B. "Nessuna rivalsa – dice Andreazzoli – se ripenso a quella sera però c'è grande tristezza e ovviamente mi piacerebbe vincere domani. Inter favorita per lo scudetto? Il campionato è cominciato ora, c'è tanto tempo a disposizione che può succedere di tutto". (ITALPRESS). mar/ari/red 26-Ott-21 16:31

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Pensioni, Letta “Sbagliato il sistema delle quote”

Articolo successivo

Calcio: Dionisi “Rispetto per Juve ma Sassuolo va a giocarsela”

0  0,00